Vettel secondo ma primo in classifica: si accende la lotta al titolo


In Austria vince Bottas ma Vettel, secondo, si prende il primato in classifica ai danni di Hamilton. Terzo Ricciardo

– di Alberto Bortolotti –

Vettel e Bottas festeggiano sul podio in Austria (ph. Zimbio)

E’ mancato un secondo alla Ferrari di Vettel, ora in vantaggio di 20 punti su Hamilton (partito ottavo, è arrivato quarto, rischiando di centrare il podio), per vincere in Austria. Bottas, abbia fatto o no una partenza anticipata, è stato protagonista di una gara perfetta conclusa con la vittoria. Terzo Ricciardo, solo quinto (e inutile sul piano dei punti) un deludente Raikkonen. “Secondo me Valtteri ha fatto un Jump start alla partenza“, ha affermato Vettel. “E’ quello che penso. Io ero abbastanza sicuro che l’avesse fatta dall’abitacolo della mia Ferrari. Alla fine, però, non sono io che devo giudicare. Probabilmente sono stato io ad essere un po’ in ritardo nei suoi confronti, ho fatto fatica a mantenere le mani sul volante. Non è andata male. Le gomme pattinavano un po’ verso la fine ma la partenza non è stata male“.

Con un giro in più a sua disposizione, infatti, Vettel avrebbe potuto cercare di attaccare Bottas e forse vincere la gara. “Ho avuto blistering nelle Supersoft verso la fine della gara, ma Valtteri era più in difficoltà rispetto a noi. Per noi la situazione è stata buona, ho faticato più ieri in qualifica con gomme Ultrasoft. Nel secondo stint della gara la monoposto mi è piaciuta molto di più, ma non ho avuto abbastanza tempo per attaccare Valtteri. Avrei voluto avere un giro in più per provare a passarlo“.

Tempo sette giorni e la sfida si riapre in Inghilterra. Al di là delle performance del finlandese della Mercedes, il titolo è una lotta a due.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *