Via libera alla moviola in campo, Infantino: “Giornata storica”


L’IFAB riunito a Cardiff ha dato il suo assenso all’introduzione della moviola in campo per una vera e propria rivoluzione che genera la soddisfazione del nuovo presidente FIFA Gianni Infantino

– di Marco Vigarani –

L'IFAB ha approvato la sperimentazione della moviola in campo (ph. FIFA)

L’IFAB ha approvato la sperimentazione della moviola in campo (ph. FIFA)

Il calcio non sarà mai più lo stesso e non può essere certamente un caso che la rivoluzione abbia avuto inizio pochi giorni dopo l’elezione di Gianni Infantino al vertice della FIFA. Platini e soprattutto Blatter sono sempre stati infatti fortemente conservatori mentre adesso che finalmente è caduta l’egemonia dello svizzero sul calcio mondiale si può davvero guardare al futuro. Il board dell’IFAB riunito a Cardiff infatti ha deciso di dare il via libera alla sperimentazione della video-assistenza per gli arbitri nel calcio per un periodo minimo di due anni con data di avvio fissata al più tardi nella stagione 2017/18. L’ultima decisione spetterà sempre e comunque all’arbitro che però potrà così usufruire di un ulteriore supporto fornito dall’assistente addetto alla visione dei replay relativi a quattro situazioni di gioco predefinite: gol, assegnazione di un rigore, episodi da espulsione diretta e scambio di persona. Grande soddisfazione per il nuovo presidente FIFA Gianni Infantino, da tempo sostenitore dell’utilità della tecnologia applicata al calcio: “Abbiamo preso una decisione storica per il calcio. Ifab e Fifa stanno continuando a discutere del tema e il dibattito non si fermerà oggi. Abbiamo dimostrato che stiamo ascoltando il calcio e stiamo applicando il buon senso. Dobbiamo essere prudenti, ma stiamo facendo passi concreti per mostrare che è iniziata una nuova era“. E l’Italia da parte sua si candida per la sperimentazione attraverso la Serie B, pronta ad aderire subito alla nuova rivoluzione insieme ad altre dodici federazioni. Dibattuti ed approvati inoltre anche altri temi importanti come la tripla punizione (espulsione, rigore e squalifica per fallo in area di rigore) che vedrà dal prossimo 1 giugno i giocatori espulsi solo in caso di gioco violento o gol negato in modo irregolare. Sarà poi sperimentata anche la possibilità di usufruire di una quarta sostituzione nel corso dei tempi supplementari.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *