Virtus: ecco calendario e play. Firmato Lafayette


Nella stessa giornata la Virtus conosce il proprio calendario stagionale e firma il play Oliver Lafayette, ex Milano

– di Marco Vigarani –

Giornata importante per la Virtus che oggi ha scoperto il proprio destino ed inserito in organico un altro importante tassello. Innanzitutto è stato diramato il calendario per la Serie A Postemobile 2017/18 che vedrà i bianconeri tornare nella massima categoria dopo l’immediata promozione ed esordire domenica 1 ottobre a Trento in casa della finalista tricolore. La prima in casa al PalaDozza sarà invece sette giorni dopo contro Capo d’Orlando e successivamente toccherà alla trasferta di Pesaro e alla visita interna di Sassari per poi andare a Milano con il grande ex Alessandro Gentile.  Nel periodo natalizio sono previsti due turni: uno martedì 26 dicembre (Trento, Reggio Emilia e Torino anticiperanno al 23 dicembre visto il turno di Eurocup previsto per il 27 dicembre) e uno martedì 2 gennaio. Gli eventuali playoff da quest’anno vedranno oltre ai quarti anche le semifinali al meglio delle 5 gare con la sola serie di finale che rimane al meglio delle 7 gare. Lo sprint tricolore partirà sabato 12 maggio.

Oliver Lafayette con la divisa della Croazia (ph. Novi list)

Per farsi trovare pronta al via della nuova stagione poi sempre oggi la Virtus ha ufficializzato l’accordo con Oliver Lafayette, playmaker di 33 anni statunitense con passaporto croato, che ha già militato in Italia nella stagione 2015/16 con Milano vincendo scudetto e Coppa Italia. Nato nel 1984 a Baton Rouge in Louisiana, ha iniziato la carriera universitaria nei college di Blinn e Brown Mackie per poi approdare da junior alla University of Houston. L’inizio della carriera professionistica è stato poi Messico, per trasferirsi quindi in D-League per un paio di ottime stagioni, meritando così la chiamata nel 2010 dei Boston Celtics. Non trovando però spazio decide di varcare l’Oceano per firmare il suo primo contratto europeo con il Partizan Belgrado. In seguito ha giocato poi in Israele, Polonia, Turchia, Lituania, Spagna, Grecia ed appunto in Italia. Nella sua annata con Milano chiude 9 punti, 2.3 assist, 2.8 rimbalzi in 23.4 minuti di utilizzo a gara, tirando col 37.6% da tre e con l’83.7% ai liberi.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *