Virtus Entella-Bologna, le voci dei protagonisti


A seguito della vittoria del Bologna sul campo dell’Entella, sono intervenuti nel post partita l’allenatore Lopez, il club manager Di Vaio ed i giocatori Laribi ed Oikonomou

– Massimo Righi –

Diego Lopez nel post partita

Diego Lopez nel post partita

Dopo la vittoria colta sul campo dell’Entella, Diego Lopez ha elogiato i suoi uomini bravi, cinici e fortunati a sbancare il Comunale di Chiavari: “Siamo stati cinici e fortunati, è vero, ma serve tutto per vincere. In certi casi potevamo ripartire meglio, è un aspetto da migliorare. Abbiamo vinto su un campo difficile, lo sapevamo, così come eravamo pronti ad affrontare una squadra che in casa mette tutti in difficoltà. Di Vaio all’inizio mi diceva che il campo sintetico può creare qualche difficoltà. Io non avevo mai giocato su un sintetico misto e Marco mi diceva che poteva essere difficile perché non ci siamo abituati; infatti all’inizio è stato così, poi ci abbiamo preso le misure per merito dei ragazzi. A questo proposito, ce ne sono undici che giocano, tre che subentrano e poi ci sono quelli che restano a casa ma lavorano e sono la forza del gruppo dando qualità agli allenamenti. Credo sia un aspetto che vada sempre sottolineato perché siamo un gruppo. Perez? Sono contento per lui perché è entrato, ha fatto bene. Non è stata una partita facile, dovevamo venire qui e giocare, come abbiamo cercato di fare. Sapevamo che loro giocano a viso aperto e noi siamo stati bravi a risolverla stando concentrati e aggredendoli come bisognava fare. Il mercato? C’è, ma non solo per il Bologna. Quel che conta è restare concentrati sugli allenamenti e parlare poco del resto perché si rischiano di perdere molti punti, ma i ragazzi lo stanno facendo e infatti lo sto vedendo sul campo”. Anche Marco Di Vaio, appena nominato Club Manager del Bologna, ha rilasciato alcune dichiarazioni a fine partita: “Era il mio sogno iniziare questa mia nuova esperienza con una vittoria ed è stato così. Desideravo da tempo lavorare nel Bologna, anche quand’ero in Canada e pensavo al mio ritiro dal calcio giocato. La vittoria di oggi? Un segnale importante che dimostra quanto questa squadra abbia la mentalità giusta per la serie B serie, B cioè soffrire ma portare a casa i tre punti. Adesso dobbiamo andare avanti così, sognare e programmare sono cose alla nostra portata”.

Marios Oikonomou, autore del pareggio rossoblù

Marios Oikonomou, autore del pareggio rossoblù

In mixed zone è poi intervenuto Karim Laribi, autore del tiro del raddoppio: “Siamo stati bravi a vincere rimontando su un campo difficile, dove la palla schizza rapida e lo spazio è poco. Qui vincere non è facile per nessuno e infatti molte squadre qui hanno lasciato dei punti. Siamo riusciti a pareggiare poco prima della fine del primo tempo e a ribaltare la situazione subito a inizio ripresa. È stata una vittoria importante, non so se da big, lo capiremo a fine campionato, ma è stata la quarta vittoria consecutiva, che è molto importante per dare continuità, speriamo di continuare così. I tifosi sono stati fondamentali, si sono fatti sentire e il loro contributo è stato importante, fa piacere vedere tanta gente che viene a sostenerci. Il Carpi? Non guardiamo a loro, noi dobbiamo pensare solo a vincere più partite possibile, perché ne abbiamo le possibilità con un gruppo come il nostro, che parte dallo staff tecnico e arriva a tutti coloro che ne fanno parte. Il campo? Non era facile giocare su questo terreno, ma c’è stata anche qualche distrazione da parte nostra, che fortunatamente non ci è costata cara”. In seguito, ecco anvhe lr dichiarazioni del centrale greco Marios Oikonomou, autore del gol del pareggio: “Abbiamo sofferto molto su un campo strano, un misto fra sintetico ed erba che ci ha costretto a cambiare i tacchetti da quelli di gomma a quelli dinferro all’intervallo. Loro comunque hanno giocato bene, organizzati e compatti e sono stati bravi a metterci in difficoltà, ma noi siamo stati bravi a portarla a casa grazie alla nostra qualità, dimostrando che siamo una grande squadra. Il gol? È capitato, la palla è andata all’incrocio, sono contento ma quel che conta sono i tre punti, l’importante è che se faccio gol serva per vincere. Il fatto di aver segnato al 45′ aiuta a tornare nello spogliatoio con maggiore positività”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *