Virtus vincente a Pistoia all’ultimo respiro


Una bomba di Fontecchio regala il successo alla Virtus su Pistoia per 72-73. Grandi prove anche degli americani White e Ray

– di Marco Vigarani –

White è stato tra i protagonisti del successo a Pistoia

White è stato tra i protagonisti del successo a Pistoia

La Virtus si conferma squadra combattiva in casa di Pistoia che invece non riesce ancora a trovare la via del successo tra le mura amiche. I bianconeri piazzano il colpo decisivo solo nel finale dopo una partita generosa in difesa, reattiva a rimbalzo ma scarsa nella precisione offensiva: a dimostrarlo il primo vantaggio arrivato a pochi secondi dal termine. Valli sceglie in principio un quintetto piccolo che regge bene il ritmo indiavolato imposto dagli uomini di Moretti e le percentuali realizzative si mantengono alte fino alla prima pausa. Cinciarini è sicuramente l’uomo fondamentale per Pistoia che nel secondo quarto mette in partita anche Milbourne cercando e trovando l’allungo che però non spegne i bianconeri. I virtussini sbagliano tanto in attacco ma lottano come leoni a rimbalzo mentre Ray e White non mollano un centimetro e, coadiuvati da un positivo Imbrò, riescono a riagguantare la parità prima dell’intervallo lungo. Il terzo quarto sembra riprendere il copione già visto con Pistoia determinata a trovare il break decisivo e la Virtus che sembra favorire la fuga dei padroni di casa con troppi errori. Stavolta tocca a Mazzola e Hazell non permettere la fuga dei toscani che si ritrovano ancora spalla a spalla con i bianconeri sul 58-58 a dieci minuti dalla fine. Ancora una volta l’avvio di tempo degli uomini di Valli lascia a desiderare e per quattro minuti segnano solo gli avversari prima che arrivi la scossa per mano di capitan Ray: la Virtus allora chiude le maglie della difesa e torna a contatto grazie al grande lavoro anche di White. Mancano solo 15 secondi al termine quando la bomba di Fontecchio regala il primo vantaggio della gara agli emiliani che reggono l’ultimo assalto di Pistoia e festeggiano un successo importante e meritato.

Evidentemente soddisfatto al termine dell’incontro il coach virtussino Giorgio Valli che dice: “Abbiamo dimostrato l’anima della nostra squadra e la forza del nostro collettivo. Forse eravamo a credito con la fortuna, ma vincere così è un segnale del fatto che quando si gioca insieme arrivano sempre i risultati. Siamo rimasti attaccati all’avversario fino in fondo e farlo in trasferta non è mai semplice. Nell’ultimo quarto abbiamo dato il meglio di noi concedendo a Pistoia soltanto 14 punti e da questo dobbiamo ripartire”.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – GRANAROLO BOLOGNA 72-73
(22-21; 38-38; 58-58)
GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Brown 7, Cinciarini 18, Williams 8, Mastellari NE, Milbourne 17, Filloy 5, Severini NE, Bianchi NE, Magro 2, Hall 5, Johnson 10, All.Moretti.
GRANAROLO BOLOGNA: White 12, Cuccarolo 0, Gaddy 5, Portannese NE, Imbró 5, Fontecchio 10, Mazzola 8, Hazell 11, Gilchrist 2, Ray 20, All. Valli.
Arbitri: Lamonica, Chiari, Weidmann
Note: t2 PI 20/47 BO 20/42; t3 PI 8/20 BO 8/20; tl PI 8/9 BO 9/9: rimb PI 19-11 BO 26-15.

Classifica
Sassari, Venezia 8; Reggio Emilia, Milano, Cantù, Cremona, Brindisi, Avellino 6; Bologna, Trento, Roma, Pistoia, Varese 4; Capo d’Orlando, Pesaro 2; Caserta 0.
(Reggio Emilia e Milano con una partita in meno, Bologna penalizzata di -2).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *