Virtus vincente in rimonta a Jesi: terzo sorriso e primo posto


Grande rimonta per la Virtus a Jesi guidata da Rosselli e Umeh. Vincendo 79-88 i bianconeri si prendono il primo posto in classifica

– di Marco Vigarani –

La grinta di coach Ramagli nella vittoria in rimonta a Jesi (ph. Virtus)

La grinta di coach Ramagli nella vittoria in rimonta a Jesi (ph. Virtus)

Dopo i due successi consecutivi, la Virtus si è presentata a Jesi mostrando subito il suo lato vulnerabile e ha rischiato di deragliare completamente. Il primo quarto sembrava aver nettamente dato una svolta all’incontro ma i bianconeri, forse troppo brutti per essere veri, si sono svegliati in tempo ribaltando con pazienza e talento la situazione fino ad imporsi con autorità ed un punteggio piuttosto importante. Il successo consegna ai ragazzi di Ramagli il tris di vittorie consecutive e soprattutto il primo posto in compagnia di Treviso e Roseto: è presto per fare programmi ma è comunque bello guardare tutti dall’alto in basso. Come detto, in avvio è scesa in realtà in campo solo Jesi con Maganza, Bowers e Davis a comandare i giochi mentre tra i bolognesi il solo Spissu sembra in grado di fronteggiare le scorribande avversarie a differenza dei due americani, assenti ingiustificati per tutto il periodo. Subito un break pesante, i virtussini ricominciano a ragionare dalla seconda frazione con Lawson e soprattutto Rosselli che iniziano a ricucire lo strappo con pazienza e buona mira anche dalla lunga distanza mettendo la freccia a metà partita ed arrivando anche ad un congruo vantaggio in avvio di terzo periodo. I padroni di casa di coach Cagnazzo però tornano a bucare la rete felsinea e serve quindi il risveglio improvviso ma sicuramente molto gradito di Umeh per chiudere la pratica: le sue bombe micidiali nel quarto conclusivo scavano il solco definitivo che consegna due punti pesantissimi alla classifica della Virtus.

Ecco le parole di coach Ramagli: “Oggi giocavamo un avversario di rango quindi vinto è un segnale importante: ci voleva la mentalità vincente per vincere qui. Complimenti a Jesi e anche alla mia squadra che è riuscita risalire dopo un inizio terribile. Ho visto un Rosselli notevole, poi è chiaro che la sfuriata finale di Umeh ha pesato. Sul primo quarto noi dello staff dobbiamo fare una meditazione: secondo me non eravamo pronti anche come orario. Se dovesse ricapitare dovremo lavorare meglio sull’approccio alla partita“.

AURORA BASKET JESI-SEGAFREDO BOLOGNA 79-88
(24-12; 37-34; 54-59)
AURORA BASKET JESI: Alessandri 4, Mentonelli ne, Scali, Baganza 16, Moretti ne, Janelidze 5, Bowers 24, Vita ne, Davis 21, Benevelli 4, Picarelli 5. All: Cagnazzo.
SEGAFREDO BOLOGNA: Spissu 18, Umeh 19, Pajola, Spizzichini 3, Petrovic, Ndoja ne, Rosselli 16, Michelori 5, Oxilia 5, Penna, Lawson 22. All: Ramagli.

CLASSIFICA
Virtus Segafredo Bologna, De’ Longhi Treviso, Roseto Sharks 12; Kontatto Fortitudo Bologna, OraSì Ravenna, Assigeco Piacenza 10; Dinamica Generale Mantova, Alma Trieste, G.S.A. Udine, Bondi Ferrara 8; Tezenis Verona, Aurora Basket Jesi, Proger Chieti, Unieuro Forlì; Andrea Costa Imola 4; Ambalt Recanati 2

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *