Il weekend dei saluti: Abbiati, Klose, Di Natale e gli altri


Con la fine della stagione 2015/16, lasciano il campo tanti veterani della Serie A. Toni e Bellini hanno già salutato, ora tocca a Klose, Abbiati e Di Natale

– di Marco Vigarani –

Di Natale ha iniziato la sua undicesima stagione a Udine (ph. Zimbio)

Di Natale saluterà l’Udinese ma non il calcio (ph. Zimbio)

In questi ultimi due giorni della stagione 2015/16 non si concluderà soltanto la 114esima Serie A italiana ma calerà il sipario anche sulla carriera di alcuni calciatori tra i più anziani del campionato. Sappiamo già che ha deciso di lasciare a quasi 39 anni Luca Toni che non scenderà in campo per il turno conclusivo preferendo conservare come ultime immagini l’abbraccio del Bentegodi ed il gol segnato alla Juventus. Stessa sorte dovrebbe toccare a Gianpaolo Bellini, 36enne difensore bandiera dell’Atalanta, che sarà convocato da Reja ma non dovrebbe scendere in campo dopo lo splendido saluto con gol regalato al pubblico orobico. San Siro invece dovrebbe rappresentare il palcoscenico dell’addio di Christian Abbiati che ha deciso di chiudere con il campo a 38 anni ed è pronto a ricevere l’applauso del popolo milanista con un’ultima gara da titolare togliendo il posto al baby Donnarumma. Il portiere dovrebbe essere l’unico tra i colleghi di reparto ad annunciare il ritiro visto che i coetanei De Sanctis, Bizzarri e Buffon vogliono continuare a giocare ed in particolare lo juventino ha sottoscritto nei giorni scorsi un rinnovo fino al 2018. Un altro 38enne al quale dovrebbe essere concessa l’ultima passerella è Antonio Di Natale, capitano e trascinatore per anni dell’Udinese, il quale però intende comunque proseguire altrove la sua carriera: è l’apice di una mezza rivoluzione per l’Udinese che saluterà anche altri due veterani come Domizzi e Pasquale ai quali non è stato proposto il rinnovo contrattuale. Saluto caloroso alla Lazio ma non al calcio giocato anche per Miroslav Klose, bomber tedesco 37enne pronto a sparare gli ultimi colpi di una carriera straordinaria probabilmente negli Stati Uniti. Se l’addio del teutonico, unito a quelli di Di Natale e Toni, priva la Serie A di un bottino complessivo di 420 reti realizzate, non intende ritirarsi il capocannoniere e recordman assoluto della categoria: si tratta ovviamente di Francesco Totti che dovrebbe annunciare entro poche ore il rinnovo con la Roma.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *