Zuculini avverte: “Non rilassiamoci, giochiamo fino alla fine”


Franco Zuculini ha parlato con la stampa nella prima conferenza della settimana. Sostituito a Catania dopo una botta al ginocchio, l’argentino sarà fondamentale nel match di sabato

– di Massimo Righi –

Franco Zuculini, in conferenza stampa

Franco Zuculini, in conferenza stampa

Dopo il pareggio di Catania, Franco Zuculini ha parlato del suo stato di forma e di quello della squadra. Dopo la sfida del Massimino, l’argentino è uscito acciaccato: “Si, ho preso una botta e ho sentito il ginocchio un po’ strano. A fine primo tempo ho messo il ghiaccio e il dolore era un po’ diminuito, poi nella ripresa aveva iniziato a ridarmi fastidio e forse era meglio lasciare spazio ad altri. A La Spezia ho fatto piú fatica perchè il campo era piú duro, mentre a Catania era pesante e c’era molta sabbia. Ad ogni modo, se non prendevo quella botta nel contrasto con Monzon non sarebbe successo niente”. E’ un Bologna che però continua a subire gol nella ripresa, lasciando punti preziosi per strada: “Facciamo tanto per fare uno o due gol, poi però caliamo e subiamo gol vanificando i nostri sforzi. Dobbiamo migliorare allenandoci perchè non si può fare altrimenti. Dobbiamo stare concentrati fino alla fine perchè non ci possiamo permettere di rilassarci anche se in alcune fasi della partita può capitare, soprattutto quando stai vincendo. Problema fisico o mentale? Credo mentale, dobbiamo continuare a giocare, perché escluso il finale abbiamo giocato sempre bene”. I suoi gol segnati a Latina e a Catania, sono molto simili e nati entambi sull’asse con Laribi: “È una fase offensiva che proviamo, che ci sia io o qualcun’altro va bene. Se arrivo in quel punto e posso tirare lo faccio, altrimenti crosso o rigioco indietro. Tre reti? Mai fatte prima da nessuna parte, spero comunque di farne altri”. Sabato mancherà Matuzalem e bisogna trovare chi lo sostituirà nel mezzo del centrocampo: “Decide il mister chi mettere, i cambi ci sono. Tutti possiamo giocare ovunque, non è un problema”. Dopo una stagione difficile, Zuculini pare aver trovato la forma migliore: “Sono migliorato, corro di più e meglio. Sono cresciuto, me ne rendo conto; qualche anno fa migliorai in fretta, ora sono più completo, sto maturando con maggiore calma”. Sabato c’è il Frosinone al Dall’Ara: “Sono forti e se sono dove sono c’è un motivo. Sabato abbiamo l’occasione di dimosrare a noi stessi chi siamo davanti al nostro pubblico. Sarà una bella partita, possiamo fare un passo importante in classifica”. L’anno sta finendo e il Natale sta arrivando, ecco gli obiettivi e auspici di Zuculini: “L’obiettivo è andare in A, ma per arrivarci dobbiamo assolutamente migliorare in certe cose, sulle quali stiamo lavorando. Dopo l’anno che abbiamo passato tutti insieme, non possiamo avere altri obiettivi. Un regalo per me? Non subire infortuni, voglio continuare a lavorare e a fare bene”. Dopo il suo arrivo in estate, l’argentino era preoccupato per la risposta del suo fisico ai ritmi italiani: “Il ginocchio mi dava dei pensieri, non sapevo come sarebbe andato. Poi ho visto che lavoravo bene, il ginocchio non mi ha dato fastidio e ho preso più confidenza con il campo”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *