Zuculini: “Bologna, sei sulla strada giusta”


Il centrocampista argentino Franco Zuculini, sostiene che il Bologna stia facendo un buon campionato. I gol delle punte arriveranno, la squadra corre e ogni partita ha la sua importanza

– di Massimo Righi –

Franco Zuculini, il migliore dei rossoblù a Livorno

Franco Zuculini, argentino arrivato al Bologna in estate

Franco Zuculini è senza dubbio uno dei protagonisti di questo Bologna ed oggi, in conferenza stampa, ha parlato del momento rossoblù dopo il pareggio interno con il Carpi. “Sia con il Livorno,  sia con il Carpi abbiamo fatto bene secondo me. Dalla partita persa a Livorno abbiamo imparato qualcosa, con il Carpi la prestazione c’è stata, abbiamo fatto quel che dovevamo ma purtroppo è andata così, anche per merito del loro portiere. Però la squadra ha corso e giocato e dobbiamo continuare così. Problemi di gestione delle partite? Non credo, dipende anche dai ritmi sia nostri, sia degli avversari”. Poi sul problema del gol che affligge la squadra dice: “Lavoriamo tutti i giorni per migliorarci e se vorrà, anche il mister lavorerà anche su questo, l’importante è aver creato le situazioni, la freddezza al momento di concludere arriverà. Io spesso davanti alla porta? La posizione in cui gioco mi permette di arrivare al tiro più frequentemente. Più in generale sto perfezionando il modo di giocare in questo ruolo anche grazie ai consigli del mister”. Sabato ha esordito Improta: “È entrato molto bene in campo. Veniva da un momento difficile, da un infortunio. Se in quell’occasione che ha avuto avesse anche segnato, per lui sarebbe stata la giornata perfetta. Ora che sta bene ci sarà bisogno anche di lui perché il campionato è lungo ed insidioso e se manca qualcuno, possiamo contare anche su di lui, com’è stato per Troianeiello quand’è mancato Acquafresca”. Zuculini elogia il gruppo per una particolare caratteristica: “Corriamo tutti tanto. Prendete Maietta, con il Carpi a momenti si rompe un ginocchio per recuperare un pallone, anche se non era un’azione decisiva. Ma al di là di questo, abbiamo una spina dorsale importante; Coppola, che è un portiere da serie A, Matuzalem che fa girare la squadra e pure Cacia. Sono giocatori importanti e se loro corrono tanto, vuol dire che noi dobbiamo correre il doppio”. Il prossimo avversario sarà il Brescia ma Zuculini non  fa distinzioni fra i vari impegni: “Per noi le partite sono tutte importanti e difficili, non ci possiamo mai rilassare, dobbiamo stare concentrati e cercare di migliorare sempre. Ora stiamo giocando bene e lo stiamo facendo anche in casa, mentre prima non ci riuscivamo”. Il presidente Tacopina l’ha paragonato al Gattuso italiano e lui, sorridendo ha affermato: “Non ho parole per ringraziarlo ma questo paragone mette anche delle responsabilità perché in questo modo devo dimostrare di essere all’altezza. Io cerco sempre di dare tutto com’è nelle mie caratteristiche, certo non sono bravo come Matuzalem coi piedi”. Infine, prima dell’allenamento, una riflessione sul campionato in corso: “La B è un campionato importante per giocatori e squadre presenti. Non puoi sottovalutare nessuno e non puoi mollare niente; tutte le squadre ormai hanno i mezzi e le possibilità per prepararsi alla stessa maniera e per questo si può definire  un campionato livellato. Tutte le squadre cercano di trovare il modo di sorprendere l’avversario, nessuna gioca mai alla stessa maniera. Noi abbiamo giocatori di livello superiore e deve essere un’arma in più, certo non basta mettersi la maglia per vincere”. Proprio gli stessi concetti detti e ribaditi da mister Lopez, segnale evidente di come il gruppo segua e creda nel lavoro del proprio allenatore.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *