Serie A

Serie A: 27^ giornata. La presentazione dei match di campionato

Francesco Perna
08.03.2019 13:52
Questo turno di Serie A sarà molto lungo: si comincerà venerdì con Juve - Udinese e si concluderà lunedì con il match tra Roma ed Empoli. Dopo aver vissuto la settimana europea con il ritorno degli ottavi di Champions e con l'andata di Europa League è di nuovo tempo di campionato. Aprirà le danze la Juventus che ospiterà nell'anticipo di questa giornata la compagine di Nicola. I precedenti tra le due squadre in campionato sono nettamente a favore della squadra oggi allenata da Max Allegri: 89 le sfide tra le due formazioni, con 60 vittorie della Juve, 17 pareggi e solo 12 vittorie dei friulani. I match tra le due squadre in genere hanno sempre regalato tante reti come testimoniato dalla media di 2.87 reti segnate a partita. Dato statistico interessante: è dal marzo 1990 che non pareggiano in un match di campionato giocato a Torino: da allora 19 successi dei piemontesi e cinque dei friulani. I campioni d'Italia hanno vinto cinque delle ultime sei gare di Serie A (un pareggio) e in questo parziale hanno realizzato 17 gol. Una delle sfide più equilibrate di questo weekend è quella tra Parma e Genoa. Entrambe le squadre sono già praticamente salve e sono alla ricerca solo della matematica: i due club sono infatti a quota 30 punti in classifica. I ducali ed il Grifone vogliono ora chiudere bene il proprio campionato, magari anche finendo a maggio nella colonna di sinistra. Per 45 volte si sono incontrate nella loro storia: 14 vittorie emiliane, 19 pareggi e 12 trionfi liguri. Considerando solo le gare giocate in Emilia, il bilancio è a favore dei padroni di casa per 10 successi a 2. L’ultima gara giocata al Tardini risale al 2014, e un po’ a sorpresa terminò 1-2 per gli ospiti: decisivi i gol di Matri e Perotti. Il sabato di Serie A chiuderà i battenti al Bentegodi, dove si giocherà la sfida tra Chievo e Milan. I clivensi occupano l’ultimo posto in classifica e devono necessariamente vincere per sperare in una salvezza molto complicata. I rossoneri vogliono continuare la striscia positiva e mantenere ben saldo il terzo posto. Sarà la gara numero 34 in A tra le due squadre. Il bilancio vede il diavolo avanti con 25 successi contro i due dei gialloblu, mentre i pareggi sono sei, in termini di marcature sono 64 quelle del Milan e 22 quelle del Chievo. Saranno Bologna e Cagliari ad affrontarsi nel lunch-match di questo turno. Rossoblu contro rossoblu, in due situazioni però leggermente differenti. Perché se i sardi sono relativamente tranquilli a +9 sulla terzultima, i felsinei sono proprio quella terzultima sulla quale ci si basa per non finire invischiati nella zona retrocessione. I bolognesi, a -4 dall’Empoli quartultimo, manca davvero poco per definire questa un’ultima spiaggia per gli uomini di Mihajlovic. È l’equilibrio a regnare nei 66 precedenti; hanno pareggiato in 23 occasioni, con gli isolani che ne hanno vinte 22 contro le 21 dei bolognesi. Situazione di classifica differente tra Frosinone e Torino, che lottano per obiettivi ben diversi. I primi sono alla ricerca disperata di punti utili per evitare la Serie B, i secondi sono in piena corsa per l’Europa soprattutto grazie ad una difesa granitica. Quella di domenica sarà la quarta sfida: nei tre precedenti i granata hanno portato sempre a casa il risultato segnando anche 9 reti contro le 5 dei ciociari.Punti pesantissimi, quelli che sono in palio a San Siro e che si contenderanno Inter e Spal. La squadra di Luciano Spalletti ha bisogno di ritrovare il successo per provare subito a riprendersi la terza posizione in campionato, mentre i ferraresi devono fare risultato per allungare sulla zona retrocessione, che dista soltanto cinque lunghezze. In totale ci sono stati 35 incontri: il bilancio è ovviamente a favore dei nerazzurri, che hanno vinto in 24 occasioni, pareggiando 7 volte, mentre sono 4 i successi dei biancazzurri. Sfida molto importante in ottica europea tra Sampdoria e Atalanta. Si affrontano due squadre in ottima forma, reduci dalle vittorie rispettivamente contro Spal e Fiorentina, e che possono vantare due cannonieri dalle ottime percentuali realizzative come Quagliarella e Zapata. Marassi stregato per i bergamaschi che non vincono a Genova dal 2012 e in generale hanno avuto la meglio sui padroni di casa soltanto una volta nelle ultime dieci sfide. Sono 28, invece, le affermazioni doriane, l’ultima il 3-1 della scorsa stagione con gol di Zapata (in maglia blucerchiata), Caprari, Linetty e Cristante. Sassuolo e Napoli vogliono dare un senso alla propria stagione. Entrambe le squadre sono in linea con gli obiettivi, con margini in un senso e nell’altro. I neroverdi sono a 10 punti dalla zona Europa ma anche a +13 sulla zona retrocessione; la squadra di Carlo Ancelotti invece è a -16 dalla Juventus capolista e ha otto punti di vantaggio sul Milan al terzo posto. Sassuolo e Napoli si affronteranno per la 12^ volta in Serie A. Il conto dei precedenti è a favore degli azzurri, che hanno vinto sei volte, mentre soltanto una volta hanno avuto la meglio gli emiliani; quattro invece i pareggi. Più equilibrato il bilancio nelle gare giocate a Reggio Emilia, dove i padroni di casa hanno vinto l'unica volta contro i partenopei, mentre sono due i pareggi e le sconfitte. Una delle sfide più affascinanti è il posticipo di questa 27^ giornata tra Fiorentina e Lazio. Entrambe le squadre lottano per un posto in Europa. La Viola vuole fare bene davanti ai propri tifosi, mentre i biancocelesti devono dare continuità alla vittoria nel derby. I gigliati e le aquile si sono incontrate nella loro storia 150 volte: 50 vittorie della toscane 42 pareggi e 58 successi dei biancocelesti. Considerando solo le gare giocate in Toscana, il bilancio è a favore dei padroni di casa per 35 trionfi a 19. L’ultima sfida al Franchi della scorsa stagione è però terminata con un pirotecnico 4-3 per gli ospiti. Nel monday night ci sarà la sfida tra Roma ed Empoli. Situazione non facile in casa giallorossa dopo l'eliminazione in Champions: l'esonero di Di Francesco era nell'aria ed ora Ranieri proverà a rincorerre quel quarto posto, fondamentale per il futuro del club capitolino. Sorridono ovviamente ai romani i 29 precedenti tra queste due squadre, con gli empolesi sconfitti in 19 occasioni e trionfanti in solo 4. L’ultima vittoria azzurra risale alla lontana stagione 2006-07, quando Nicola Pozzi segnò l’1-0 decisivo, mentre addirittura gli ospiti non hai mai vinto allo stadio Olimpico.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Gattuso: "Col Chievo abbiamo tutto da perdere. Laxalt partirà titolare"