Serie A

Lazio, Inzaghi: "Obiettivo ripartire con la stessa convinzione. Stagione finita per Lulic"

Tiziano De Santis
23.06.2020 14:01
Così il tecnico della Lazio Simone Inzaghi alla vigilia del match contro l'Atalanta: "Tante le incognite. Diversi saranno gli indisponibili nella mia rosa" Alla vigilia del big-match dell'Olimpico contro l'Atalanta, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha fatto il punto della situazione in casa biancoceleste in conferenza stampa: "C'è voglia di ripartire. Ci siamo lasciati alle spalle un momento particolare per tutto il mondo. Abbiamo voglia di ripartire, abbiamo visto dalla Coppa Italia che ci saranno delle difficoltà soprattutto all'inizio. Penso che sia uguale per tutte le squadre. Prima avevamo tante certezze come squadra, poi siamo stati fermi parecchio tempo. Purtroppo non siamo riusciti a fare più di un'amichevole, quella con la Ternana sabato. Le altre per fortuna avevano la Coppa Italia per entrare di nuovo nello spirito giusto. Sarà un finale di campionato particolare, probabilmente nessuno sa bene quello che ci aspetta. Dobbiamo conservare la stessa forza mentale avuta fino allo stop. Per essere lì e vincere i trofei abbiamo avuto un grandissimo spirito. Abbiamo qualche acciacco ma penso che ce li abbiano tutti. Sappiamo che avevamo fatto qualcosa di importante, vogliamo riproporci con lo stesso spirito. È una cosa nuova, dovremo farci trovare pronti. Abbiamo qualche problema di uomini, ma ci siamo preparati bene". A proposito degli indisponibili per domani, Inzaghi ha precisato: "Leiva, Lulic, Marusic e Luiz Felipe non ci saranno, speriamo di recuperare almeno Marusic per la Fiorentina. Non ci saranno neanche Adekanye e Moro, ma sono convinto degli altri. Lulic ha avuto un infortunio molto serio che probabilmente ce lo ridarà il prossimo anno. Luiz Felipe ha avuto una lesione di primo grado, Leiva ha un fastidio che non gli permette di allenarsi regolarmente".              

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Verso Lazio-Atalanta, Inzaghi: "La mia squadra simile alla Dea. Sarà un banco di prova difficile"