Serie A

La Juve contro il Cagliari vuole tornare al successo allo Stadium

Francesco Perna
02.11.2018 15:42
Dopo le trasferte contro United ed Empoli la Juve sarà impegnata in casa prima contro il Cagliari e poi in Champions contro gli uomini di Mourinho. Tornano Mandzukic e Khedira, out invece Chiellini e Bernardeschi.La sfida al passato deve essere speciale per Max Allegri quando affronta il Cagliari. Tra l'altro l'ultimo successo a Torino dei sardi risale alla sfida della stagione 2008-2009 quando il tecnico toscano sbancò l'Olimpico di Torino per 2-3. La Juventus affronterà il Cagliari di Maran, che in 11 precedenti contro i bianconeri ha ottenuto soltanto un pareggio e incassato ben 10 sconfitte. Per i campioni d'Italia sarà una partita da non sottovalutare perché contro le cosiddette medio-piccole in questo inizio di stagione ha molto spesso faticato a trovare il successo. Non solo nel pareggio contro il Genoa, ma anche nelle gare contro Chievo, Parma, Sassuolo ed Empoli, sono state molte le difficoltà per portare a casa i tre punti. In tutte queste gare i bianconeri hanno sempre subito gol e il dato più sorprendente e che le reti subite sono arrivate su azioni da cross. Avversario peggiore non poteva esserci in tal senso, perché il binomio con i colpi di testa tra il Cagliari e Pavoletti, funziona e non poco. Addirittura l'attaccante classe 1988 è stato la scorsa stagione il calciatore con più marcature in Europa con ben 9 centri. Ed anche in questo campionato la musica non cambia, con 5 delle 9 reti arrivate con la specialità della casa. Una squadra concentrata per ottenere il bottino pieno e che in questo anno solare 2018 ha visto i piemontesi conquistare 76 degli 87 punti in palio. "Sarà una settimana intensa perché in Champions ci sarà la possibilità di chiudere i conti per qualificarsi agli ottavi e domenica ci sarà la sfida molto interessante contro il Milan, ma prima c'è da pensare al Cagliari, avendo grande rispetto per l'avversario e per cercare di evitare le difficoltà avute contro  l'Empoli".  Il diktat di Allegri è come sempre chiaro ma i limiti dei bianconeri in questa stagione sono principalmente due: si crea molto e si concretizza meno rispetto alla scorsa stagione e sopratutto non sono arrivati gol dai calci piazzati. " Su questo bisogna riflettere perché se si vuole raggiungere traguardi importanti non si può prescindere da queste peculiarità". Contro la formazione sarda giocherà ancora Szcesny tra i pali. In difesa Benatia dovrebbe prendere il posto dell'infortunato Chiellini mentre Alex Sandro potrebbe essere sostituito da De Sciglio. A centrocampo sicuri di un posto sono Pjanic e Matuidi. Da capire se Allegri opterà per il 4-2-3-1: in questo caso fuori Bentancur e al suo posto spazio ai tre trequartisti che agiranno alle spalle di Ronaldo. Attenzione però perché è tornato tra i convocati Khedira, anche se sembra più ipotizzabile vedere il tedesco dall'inizio contro il Manchester United. Non è da escludere neanche la difesa a tre, come avvenuto nelle gare casalinghe contro Bologna e Young Boys. In quel caso verrebbe dirottato Cancelo a sinistra con Cuadrado sul versante opposto.Il Cagliari si presenta a Torino forte dei 7 punti conquistati nelle ultime tre gare. Il 4-3-2-1 di Maran potrebbe dare nuovamente difficoltà alla retroguardia bianconera come fatto dall'Empoli sette giorni fa. A supporto di Pavoletti ci sarà Joao Pedro. Al rientro dalla squalifica per doping il brasiliano è stato protagonista di ottime prestazioni condite da 2 gol ed un assist. Con lui agirà Castro, un altro che in questo inizio di stagione è riuscito a dare qualità alla manovra sarda con inserimenti molto pericolosi tra linee. Il centrocampo sarà guidato da Barella. Un giocatore molto eclettico che sta vivendo un periodo roseo sia con la maglia sarda e sia con quella della Nazionale, attirando su di se le attenzioni di molti club. Tra l'altro lui e Srna comandano nella classifica dei falli subiti(28 e 29) mentre il Cagliari è la squadra che in questo inizio di campionato ha corso più di tutte, con una media di 112 km a gara. I problemi per il tecnico ex Chievo sono in difesa. Per la sfida dell'Allianz saranno indisponibili Klavan e Lykogiannis e al loro posto dovrebbero esserci  Cepittelli e Padoin, tra l'altro grande ex di questa partita. Contro il Cagliari non solo saranno vietati i cali di concentrazione e ci sarà bisogno di un'ottima prestazione corale se non si vuole incorrere nel rischio di perdere ulteriori punti verso Napoli ed Inter, che dalla scorsa giornata sembra essersi iscritta alla corsa scudetto. In molte occasioni è bastato lo spunto di un singolo per portare a casa il successo ma non sempre questo può bastare per ottenere le vittorie. Probabile formazione (4-2-3-1): Szcesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, De Sciglio; Pjanic, Matuidi; Costa, Dybala, Mandzukic; Ronaldo. All. Massimiliano Allegri

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Inzaghi: "Posso contare su due moduli. Dal prossimo anno potremo sognare"