Calcio

Inter, conti in rosso. Antonello assicura: "Perdite dovute da elementi straordinari che non ricorreranno più". E sugli stipendi...

Dopo i conti in rosso della scorsa stagione, il CEO dell'Inter, Alessandro Antonello ha chiarito l'attuale situazione economica della società.

Barbara Ribaudo
01.10.2021 11:11

I conti in rosso dell'Inter sono solo un vecchio ricordo. O almeno è quanto assicurato da Alessandro Antonello, CEO della società nerazzurra, che ha rilasciato una lunga intervista al Sole 24 Ore.

Conti in rosso Inter, le parole di Antonello

Tornando sull'attuale situazione economica del club di Milano, Antonello ha detto: “La chiusura di San Siro, arrivata nell'anno dello scudetto, ha tolto al club circa 60 milioni di introiti. E altri 50 li abbiamo persi a causa della rinegoziazione obbligata dei contratti con gli sponsor, soprattutto con le agenzie asiatiche, a causa del blocco del corporate hospitality. Inoltre una parte delle perdite sono arrivate anche da diversi elementi straordinari che non ricorreranno più”. Un riferimento, anche se non esplicito, ad alcuni avvenimenti della scorsa estate come la separazione con Antonio Conte e la svalutazione di alcuni giocatori ceduti dall'Inter. 

E sulla questione stipendi, Antonello ha detto: “Alla fine di questi due anni l'Inter ha pagato tutti gli stipendi più 9 milioni di bonus per il titolo e ha versato anche gli stipendi di luglio e agosto senza che nessun dipendente sia finito in cassa integrazione”.

LEGGI ANCHE: Varriale, botte alla ex compagna. Il gip conferma: "Personalità aggressiva e priva di autocontrollo"

 

DAZN, Diletta Leotta la “non giornalista”: ecco il probabile perché non desidera diventarlo e le critiche di Paola Ferrari
Buona la prima di Milano in Euroleague