Interviste Esclusive

ESCLUSIVO IPG – Cinzia Tassone: “Juventus favorita. Napoli e Roma mi hanno impressionato. Il “mio” Cosenza ci farà divertire”

La conduttrice sportiva ha analizzato l'attuale momento di Serie A e B, con particolare attenzione al "suo" Cosenza.

Rudy Galetti
20.11.2020 14:44

Cinzia Tassone (ph Social)

Il Pallone Gonfiato ha avuto il piacere di intervistare Cinzia Tassone, conduttrice del programma sportivo dedicato al Cosenza, Lupi si Nasce.

Cinzia, dopo 7 giornate di Serie A, ti aspettavi il Milan in testa alla classifica?

Onestamente no. Non mi aspettavo un Milan così in alto, perché rispetto ad altre squadre costruite per stare in cima alla classifica, almeno sulla carta, penso sia meno attrezzato. Una posizione comunque conquistata con bravura e merito: la conferma di Pioli e il carisma di Ibrahimovic hanno dato la carica al Milan per questo sprint iniziale.

Come giudichi fin qui la stagione di Juventus e Inter e dei loro 2 allenatori?

Al momento deludente per entrambe. Da 2 squadre come Inter e Juventus ci si aspettava sicuramente di più. In Champions l’Inter ha confermato l’avvio balbettante del campionato, mentre la Juventus ha l’alibi del nuovo allenatore, senza esperienza, a cui va dato un po’ di tempo per maturare e per trovare l’intesa giusta con la squadra. Con il loro blasone e qualità certamente faranno vedere il meglio da qui a poco.

In questo inizio di Serie A, c'è una squadra che ti ha impressionata particolarmente? E una che ti ha deluso?

Mi ha impressionata molto il Napoli del ringhioso mister Gattuso e la Roma di Fonseca, due squadre ricostruite, giovani e fresche che stanno proponendo un bel calcio e sono rispettivamente al 3° e 4° posto in classifica. La delusione è senza dubbio il Torino: vedere i granata in fondo classifica è un peccato. Una nuova falsa partenza per mister Giampaolo, che male aveva fatto anche con il Milan. Spero per il Torino in un cambio di rotta.  

Parlando di Serie B: il livello qualitativo di quest'anno sembra davvero alto, con molte squadre organizzate per lottare per la promozione. Chi pensi siano le 3 squadre che possono spuntarla nel lungo periodo?

È un campionato di altissima qualità, livellato verso l’alto: possiamo considerare la serie B come una A2. Tra le mie squadre favorite c’è sicuramente il Lecce, retrocesso lo scorso anno e ancora con un grandissimo organico. Anche il Chievo si è presentato molto bene, così come l’Empoli, e la Spal è in netta ripresa. Penso che queste squadre si giocheranno i primi 2 posti.

Cosenza, 5 punti in 7 partite: bottino magro o classifica giusta rispetto a ciò che è stato espresso fino ad ora?

Il bottino poteva essere maggiore, ma è comunque un buon risultato di classifica considerando le corazzate che il Cosenza ha incontrato in queste prime giornate. Sono sicura che il tecnico Occhiuzzi saprà tirare fuori il meglio da questa squadra, come già fatto l’anno scorso con un’impresa eccezionale e, perché no, farci divertire con un bel calcio.

A proposito dell’anno scorso e mister Occhiuzzi: come valuti il suo operato fin qui, dopo l’insperata salvezza raggiunta lo scorso anno?

Mister Occhiuzzi è un tecnico molto preparato che rispetta il calciatore innanzitutto come uomo. Un leader che fa dell’autocritica una delle sue peculiarità. Ha dimostrato di saper plasmare la squadra a sua immagine e somiglianza e sono certa che il Cosenza dopo questo inizio a singhiozzo sarà capace di fare un filotto di risultati positivi e tirarsi fuori dalle sabbie mobile della bassa classifica. In ogni caso, noi tifosi del Cosenza siamo abituati a soffrire, ma sono certa che questo campionato sarà più tranquillo rispetto ai precedenti. Spero che, come negli ultimi 2 anni, si inizi a vincere dall’8^ giornata, la prossima: dopo le due sconfitte consecutive contro il Chievo e il Brescia, la trasferta contro il Frosinone potrebbe regalarci la vittoria.

Due domande flash in chiusura: nella tua formazione ideale, qual è il giocatore che non potrebbe mai mancare?

I calciatori che non possono mancare sono nella mia squadra ideale sono Lukaku e CR7, vere eccellenze del nostro campionato.

E il tuo favorito per lo scudetto?

Penso che la Juventus rimanga la favorita per lo scudetto, nonostante la partenza un po' stentata. Con un po’ di tempo Pirlo troverà il modo di dare l’equilibrio che serve alla squadra.

Commenti

Lo scoop di Ranucci (Report): "I veri proprietari del Milan sono due campani. Hanno fatto i soldi con i debiti della sanità"
Cagliari, Godin positivo al Covid. Anche Nandez out per precauzione