Serie A

Il giornalista Giovanni Capuano attacca l'ASL di Napoli: "Se la linea è quella loro non si giocherebbe più a calcio"

Duro intervento del giornalista di Panorama contro l'ASL di Napoli per la questione Covid

Andrea Riva
14.01.2021 19:45

Ieri pomeriggio il Napoli ha sconfitto non senza soffrire l'Empoli per 3-2 allo stadio Diego Armando Maradona, nel match valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia, ma con la squadra toscana che non ha potuto schierare tre giocatori, ovvero Leonardo Mancuso, Roberto Pirrello e Szymon Zurkowski (più l'allenatore Alessio Dionisi e un magazziniere). Il motivo è stato perchè i cinque erano su un volo del 4 gennaio da Lamezia Terme a Bologna e sono stati a stretto contatto con un positivo su quel volo, costringendo l'ASL Napoli 1 a metterli in isolamento in un albergo di Napoli.

In realtà nel protocollo varato dalla FIGC in accordo col Ministero della Salute si specifica che c’è la deroga che consente ai calciatori professionisti non positivi al Covid di uscire dall’isolamento per disputare le partite, previo test negativo il giorno stesso della partita e a tal proposito è intervenuto il giornalista del settimanale "Panorama" Giovanni Capuano che ha usato toni forti contro l'ASL di Napoli sul suo profilo Twitter.

Giovanni Capuano, le sue parole

"Se dipendesse dalle autorità sanitarie locali di Napoli in Italia non si giocherebbe più a calcio. Non fino alla fine della pandemia; se la linea è quella dell’ASL campana bisogna fermare tutto. Altrimenti avere il coraggio di dire che c’è chi, dopo il campionato, ha falsato anche la Coppa Italia. Sulle ragioni diranno i posteri".

Commenti social

Insomma un duro attacco del giornalista che non ha fatto trovare impreparati i tifosi bianconeri che sui social hanno prontamente replicato: "La stessa ASL non intervenne per bloccare l‘AZ Alkmaar che era piena di positivi. Perché??” o anche: “La domanda è: perché l’Asl di Napoli è l’unica che si comporta così?”, oppure: “Hanno dato all’ASL di Napoli il potere di alterare qualsiasi partita a vantaggio del Napoli” per poi proseguire: “E’ solo un dispetto alla FIGC per non aver rinviato la finale di Supercoppa". Molti tifosi napoletani hanno risposto con ironia a queste accuse con un pensiero comune: "Non ti sei ancora ripreso dalla sentenza Coni… ti capisco".

Ricordiamo che mercoledì 20 gennaio al Mapei Stadium di Reggio Emilia si disputerà la finale di Supercoppa italiana proprio tra Juventus-Napoli, in un clima non certo idilliaco....

Commenti

Dove vedere Masterchef Italia 10: streaming gratis e diretta tv settima puntata
Ora è ufficiale: Strootman è un nuovo giocatore del Genoa. Il comunicato