Missione impossibile a Napoli, Mertens killer del Bologna

Marco Vigarani
29.12.2018 09:30
Solo 11 vittorie per il Bologna al San Paolo: le ultime nel 2012. Attenzione massima a Mertens ma anche al fresco ex VerdiPer tornare a casa con un buon risultato, oggi il Bologna dovrà compiere un vero miracolo. Lo dicono la classifica, la differenza di valori in campo ma anche la storia che vede il Napoli vincente in 35 precedenti su 69 al San Paolo a fronte di appena 11 sconfitte e 23 pareggi con ben 115 reti segnate ed appena 70 subite. Prima del 2012 che vide i rossoblù vincere due volte in poche settimane tra campionato e Coppa Italia, bisogna tornare al 2001 per assistere ad un successo felsineo in Campania. Se poi da una parte il Napoli è imbattuto in casa da 14 partite, dall'altra il Bologna ha già stabilito il suo record negativo nella Serie A dei tre punti con 13 lunghezze guadagnate in 18 giornate. Non solo: i rossoblù non vincono fuori casa da 19 partite. I partenopei invece possono contare su Dries Mertens che va in gol da quattro gare consecutive contro il Bologna che rappresenta la sua vittima preferita. Insieme per anni tra campo e panchina, Carlo Ancelotti e Filippo Inzaghi non si sono mai sfidati. Il tecnico parteopeo ha però precedenti positivi contro il Bologna (14 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte) mentre il giovane collega ha ottenuto 1 vittoria ed 1 sconfitta contro il Napoli. Tris di ex a caccia di un posto in campo. Da una parte Blerim Dzemaili che conta ben 109 gare e 18 reti nel Napoli tra il 2011 ed il 2014, dall'altra sia Amadou Diawara (35 presenze nel 2015/16) che Simone Verdi (64 presenze e 16 gol tra 2016 e 2018). Oggi arbitrerà il 42enne teramano Gianpaolo Calvarese, fischietto esperto con 115 gare dirette in Serie A ed un bilancio piuttosto negativo per il Bologna (4 vittorie, 1 pareggio e 7 sconfitte) a differenza del Napoli che è imbattuto (6 vittorie e 2 pareggi).

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Juve che fatica contro la Samp! Ronaldo e il Var decisivi nel lunch match