Serie A

Roma-Inter: la designazione arbitrale solleva polemiche tra i tifosi delle due squadre

Ai tifosi di Roma e Inter non è andata giù la designazione arbitrale per il match di domani pomeriggio allo stadio Olimpico.

Andrea Riva
03.12.2021 14:00

Roma-Inter: la designazione arbitrale solleva polemiche

Nella tarda mattinata di oggi sono state ufficializzate le designazioni arbitrali della sedicesima giornata di campionato e per il match Roma-Inter, in programma domani pomeriggio alle ore 18 allo stadio Olimpico, ci sarà Marco Di Bello della sezione A.I.A. Brindisi. Scelta questa che non è andata giù ai tifosi delle due squadre che hanno polemizzato sul fischietto arbitrale pugliese, reo di non essere all'altezza della situazione, ma anche perchè con lui, non hanno precedenti positivi.

Nel luglio 2020 (campionato del Covid) i nerazzurri protestarono per un contatto tra Kolarov (in quella stagione alla Roma) e Lautaro prima della rete del pareggio romanista. Il Var Guida richiamò Di Bello al monitor, ma l'arbitro però rimase della sua idea e convalidò la rete realizzata da Spinazzola. Polemiche anche nel match della scorsa stagione dove mancherebbe un rigore in favore dell'Inter per un contatto Ibanez-Lautaro, mentre tanti dubbi scatenò la concessione del calcio d'angolo da cui nacque il gol del pareggio nerazzurro, visto Spinazzola sembrò non toccare il pallone per ultimo.

Molti si lamentano scrivendo: "Ma si può scegliere lo stesso arbitro per la stessa partita per tre anni di fila", per poi continuare: "Non ho parole, inutile anche vedersi la partita. Ricordatevi cosa ha combinato nei due precedenti Roma-Inter. @AIA_it non vi smentite mai!" Mancava solo Di Bello alla lista nera di quelli che ancora dovevano mazzolare la #AsRoma. Era inevitabile che prendessimo lui con l’Inter". 

Tanti altri sottolineano: "Arbitro disastroso. Il peggiore che potessero mandare", oppure "Chissà che istruzioni gli daranno", per terminare: "Non ho parole, inutile anche vedersi la partita. Ricordatevi cosa ha combinato nei due precedenti".

LEGGI ANCHEMatteo Marani sul caos plusvalenze: "Perché nessun giornale ne ha parlato prima? Io lo dicevo da tempo"

Cassano, così bocciò Vlahovic: "Non è un top player, pure Immobile ha segnato 161 gol in Italia"
Milan, per sostituire Kjaer si guarda in casa Torino: Pobega possibile contropartita