Massimiliano Allegri
Calcio

Juventus, Allegri suona la carica: "É una partita secca dove può succedere di tutto"

Le parole di mister Allegri e capitan Chiellini durante la conferenza stampa pre-partita di Inter-Juventus

Filippo Rocchini
11.01.2022 15:45

Domani sera a San Siro si assegna il primo trofeo della stagione: in palio c’è la Supercoppa Italiana (fischio d’inizio alle ore 21), giunta alla 34^ edizione, che mette di fronte Juventus e Inter. Oggi Mister Allegri e capitan Giorgio Chiellini hanno presentato la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia, svoltasi all’Allianz Stadium.

Massimiliano Allegri

“Contro l’Inter dobbiamo sfruttare bene gli episodi e fare una partita tecnica contro la loro fisicità. Bisogna migliorare la qualità dei passaggi e avere più serenità: certe volte abbiamo poca pazienza, e la fretta ti porta a sbagliare. É una partita secca dove può succedere di tutto, giochiamo contro la squadra più forte del campionato che arriva da un momento esaltante ed è in fiducia.”

Il tecnico bianconero ha poi fatto il punto sui giocatori a disposizione. "Bonucci ha recuperato e domani ci sarà, anche se non è in condizione di giocare una partita intera. In porta gioca Perin perché Szczesny si è vaccinato e arriverà allo stadio all’ultimo. Danilo è ancora indietro e non si sente sicuro, forse lo avremo la prossima settimana. Con noi a Milano verrà De Winter. Kulusevski? Ho parlato con lui, è alla seconda stagione nella Juve e come tutti deve fare un salto di qualità a livello mentale. Può giocare sotto la punta o da esterno". 

Allegri ha infine parlato anche dell’infortunio subito da Chiesa. “Dispiace molto per quanto successo. Sono cose che capitano e avrà il tempo per riprendersi. Tutti, per ovviare alla sua assenza, dovremo fare qualcosa in più”.

LEGGI ANCHE:  Inter-Juventus streaming gratis e diretta tv in chiaro: probabili formazioni e dove vedere Supercoppa Italiana

Giorgio Chiellini:

“Nel nostro percorso dobbiamo avere equilibrio, una vittoria come quella di Roma ci ha dato una botta di energia e fiducia. Siamo consapevoli che dobbiamo crescere e lavorare, la finale è una partita a sé. Dobbiamo giocare questo trofeo con umiltà, in uno stadio bellissimo e contro una squadra forte ed in salute. Non partiamo come favoriti. I dettagli e gli episodi possono far girare la partita. L’Inter ha grande qualità tecniche e fisiche, l’hanno dimostrato anche nell’ultima gara. Il campionato e le finali sono però cose diverse. Cosa migliorare? Usciamo troppe volte dalla partita, è capitato anche nei primi 15’ del secondo tempo a Roma. Dobbiamo crescere e aiutarci di più l’uno con l’altro per stimolare l’attenzione all’interno del match. L’aiuto e la comunicazione collettiva sono importanti.”

Inoltre, il difensore italiano ha fatto un appello per cambiare il regolamento che prevede la squalifica in Supercoppa per i diffidati che rimediano l'ammonizione in campionato.

“Faccio un appello per cambiare il regolamento: non ha senso che chi è ammonito in campionato debba saltare la finale. È una cosa che non ha logica, mi auguro chi di dovere faccia il suo al più presto, per favorire lo spettacolo. Sono tanti anni che chi gioca queste partite lo dice. Noi giocheremo senza Juan e Matthijs e va bene, però cambiamola questa cosa. È giusto che in questa gara giochino i migliori, non ha senso che per un giallo in campionato uno debba saltare questa partita”.

Anche il capitano bianconero ha parlato dell’infortunio di Chiesa. “Ci dispiace per Federico, ho vissuto due anni fa la stessa situazione e so cosa vuol dire. Da questa situazione può maturare ancora di più, è una bella botta per la Juve e per tutto il calcio italiano. Speriamo di poter dedicare a lui la vittoria di domani.”

MasterChef Italia 11, streaming gratis e diretta tv Sky Uno o TV8? Dove vedere sesta puntata
Napoli, ecco i tempi di recupero di Osimhen e Insigne. Si attende l'esito del tampone per il rientro di Lozano