Serie A

Caso McKennie, le parole del CT USA: "Escluso per il bene del gruppo"

L'allenatore della Nazionale statunitense ha spiegato il perché dell'esclusione del calciatore della Juventus

Francesco Rossi
08.09.2021 12:21

Weston McKennie (ph. Twitter)

 

Il CT della Nazionale americana Gregg Berhalter, ha spiegato alla stampa i motivi dell'esclusione di McKennie, calciatore in forza alla Juventus di Allegri che ha violato il protocollo ant-Covid previsto negli States. Ecco le sue dichiarazioni riportate da ESPN:

"La squadra viene assolutamente prima di tutto, abbiamo preso una decisione pensando al lavoro che stiamo facendo a lungo termine e non è stata una decisione facile. Fidatevi di me, innumerevoli allenatori si trovano di fronte a decisioni in cui devono eliminare giocatori di talento dalla formazione per un motivo o per l'altro. Ma lo abbiamo fatto per quello che pensiamo sia il bene del gruppo e il bene della squadra", 

ESCLUSIONE TEMPORANEA - "Non lo escludo per il futuro. Le persone commettono errori. Weston si è scusato con il gruppo. Si è scusato con me e sono cose che accadono. Credo che il messaggio più importante che stiamo trasmettendo, che stiamo cercando di trasmettere, è che siamo qui in campo per sette giorni e sappiamo che l'intensità è incredibile. Sono tre finali in sette giorni e abbiamo bisogno della concentrazione di tutti su ciò che stiamo cercando di realizzare. Io e Weston abbiamo parlato a lungo, lui è un ragazzo a cui tengo profondamente. È una parte importante della squadra. E sono sicuro che quando farà bene tornerà".