Ghali-Salvini, rissa sfiorata. Il rapper al politico: "Buffone che ca**o esulti?". Arriva il comunicato della Lega
Serie A

Ghali-Salvini, rissa sfiorata. Il rapper al politico: "Buffone che ca**o esulti?". Arriva il comunicato della Lega

Nel derby di San Siro tra Milan e Inter si sono vissuti minuti di caos sugli spalti con una discussione 'accesa' che ha visto come protagonisti Ghali e Salvini. Ecco i dettagli dell'accaduto.

Alessandro Pallotta
08.11.2021 15:08

Milan-Inter è stato un derby molto acceso sia in campo che sugli spalti - Nel corso del primo tempo del derby, subito dopo il goal del pareggio inizialmente assegnato a Tomori, c'è stato uno scontro verbale molto acceso in tribuna d'onore tra Matteo Salvini (leader della Lega) e Ghali (famoso rapper italiano). 

Secondo quanto affermato da Dagospia, subito dopo il goal del pareggio del Milan (nato grazie ad un'autorete di De Vrij ma inizialmente attributo a Tomori, ndr), Ghali avrebbe rivolto a Salvini le seguenti parole: “Buffone, tu che ca**o esulti? Ha segnato un neg*o. Un neg*o come me, come tanti e come tanti di quelli che tu fai morire in mare! Vergognati" (Fonti: Dagospia e Calciomercato.com, questa è la sostanza quanto è accaduto, ndr). 

Paolo Maldini, secondo quanto affermato da Calciomercato.com, ha invitato gli steward che stavano intervenendo alla ‘calma’ ed è andato a tranquillizzare lo stesso rapper. 

Entrambi sono tifosissimi del Milan ma sono di idee politiche opposte. Circa due anni fa Ghali, nel remix del brano ‘Vossi Bop' di Stromzy, recitava nel testo: “Salvini dice che chi è arrivato col gommon', non può stare .it, ma stare .com…Alla partita del Milan ero in tribuna con gente, c'era un politico fascista che annusava l'ambiente”. All'epoca Salvini gli rispose su Twitter: “Mi insulta ma la sua musica non mi dispiace, è grave?”.

Ghali-Salvini, rissa sfiorata: il comunicato della Lega

Nel corso della mattinata di Lunedì, l'ufficio comunicazione della Lega ha rilasciato un comunicato ufficiale per esprimersi sull'accaduto: “Il leader della Lega era in tribuna con il figlio, e subito dopo il gol del pareggio gli si è avvicinato il rapper in evidente stato di agitazione. Ghali ha urlato una serie di insulti e di accuse farneticanti a proposito dell’immigrazione – cercando di filmarsi col cellulare – ed è stato subito allontanato, tra lo sconcerto degli altri spettatori. La società rossonera si è scusata con Salvini, che sul momento non aveva riconosciuto Ghali né aveva compreso i motivi della sua alterazione”.

Dove vedere Drag Race Italia, streaming gratis e diretta tv reality show Netflix o Sky?
Imbarazzo Biden, peto del presidente USA al Cop26: “Lungo e rumoroso”