Interviste Esclusive

ESCLUSIVO IPG – Alvise Cagnazzo: “L'Inter mi ha deluso, la Juventus è in grande crescita. Lozano e Chiesa top player. Calciomercato? I soldi non ci sono”

Il giornalista del Daily Mail e volto noto di Antenna Sud ha analizzato l'attuale momento della Serie A.

Rudy Galetti
15.01.2021 11:56

Alvise Cagnazzo (ph Social)

Il Pallone Gonfiato ha avuto il piacere di intervistare il giornalista Alvise Cagnazzo, giornalista del Daily Mail e volto noto di Antenna Sud, facendo il punto sulla serie A.

Alvise, il Milan in testa alla classifica dopo le prime 17 giornate: una casualità o ha il potenziale per restare in alto?

Il Milan ha tutto il potenziale per fare bene ma penso sia ancora presto per tirare le somme e dire che sarà la squadra favorita in Serie A. C’è tempo e modo per vedere tanti club in vetta.

Come giudichi fin qui la stagione dei nerazzurri e di Antonio Conte?

Non so quali parametri vengano utilizzati, ma un allenatore che ottiene tutti i giocatori desiderati e che esce ogni anno dalla Champions League nella fase a gironi, non mi sembra abbia fatto meglio di Spalletti. Entrambi non hanno vinto lo Scudetto, soltanto che il primo è arrivato quarto, mentre Conte secondo. Nella sostanza l’asimmetria di spesa non penso giustifichi questi risultati. Onestamente mi aspettavo molto di più da un top player della panchina come Conte. Quando sento dire che l’Inter non deve vincere per forza mi viene da pensare: perché spendere tanto e pagare tanto uno staff e poi giocare a nascondino? Sulla carta è la favorita ma non so se vincerà.

Capitolo Juventus: quali sono le tue impressioni sulla squadra e Andrea Pirlo a 2 giornate dal giro di boa?

Andrea Pirlo è stato scelto per costruire e penso che molti risultati recenti abbiano certificato una grande crescita del club. Sul mercato il club ha trovato Chiesa e Kulusevski che domineranno la scena europea. Non vincere dopo 9 anni può capitare e l’Inter è nettamente favorita anche per la continuità tecnica. Un anno di digiuno può capitare: penso che Pirlo paghi un certo appagamento dell’ambiente. Ripeto, può starci.

Parlando di calciomercato, credi che ci saranno colpi altisonanti in questa sessione invernale?

Molti agenti mi dicono che non ci sono soldi, molti mentori dei CdA dei club più importanti ribadiscono che sarà austerity ma la creatività dei dirigenti italiani creerà sicuramente molte opportunità. Strootman al Genoa è un capolavoro, ad esempio.

Facendo un primo bilancio del campionato fino ad oggi, c'è una squadra che ti ha impressionato particolarmente? E una che ti ha deluso?

Mi ha deluso l’Inter e mi ha impressionato lo Spezia ed il Benevento. Sul Milan non avevo dubbi che Gazidis e Maldini riuscissero a fare bene. Su Gattuso esiste una stima che va oltre il calcio: penso che Napoli debba essere orgogliosa di lui. La persona migliore che ho incontrato nella mia vita professionale

Due domande flash in chiusura: nella tua formazione ideale, qual è il giocatore che non potrebbe mai mancare?

Del passato Gattuso, del presente oggi non immagino un club senza Lozano e Chiesa: sono molto forti e farebbero grandi cose anche in Premier League.

Un pronostico: il tuo favorito per lo scudetto?

Il favorito per lo scudetto è il club con meno impegni: il Milan ha l’Europa League, la Juventus la Champions League. Per me è l’Inter nonostante mi abbia profondamente deluso nelle ultime 2 stagioni. Ancora mi domando come l’Inter non sia in testa alla classifica con molti punti di distacco: non ha impegni probanti e ha un organico con 3 giocatori per ogni ruolo. Solo in attacco c’è penuria ma più che altro per una volontà precisa di fare poco turnover e di non insistere sulla famosa quarta punta giovane. 

Commenti

Eleven Sports, ecco come guardare il campionato di Serie C su You Tube
Inter, fondi svedesi e americani mettono nel mirino la società nerazzurra