Serie A

Il Var si prende la scena: protagonista ad Empoli e Genova, arbitri cercasi..

Francesco Sampirisi
23.12.2018 14:48
Var protagonista in 8 gare su 10 di questa ultima giornata di serie A. Calvarese ad Empoli e Doveri a Genova sono coloro che ne hanno fatto più usoPrima di analizzare la 17^ giornata di andata del campionato di calcio di Serie A, colgo l’occasione di augurarvi a tutti voi che ci seguite un Sereno Natale. In questa giornata il VAR l’ha fatto da padrone ….. esageratamente. Episodi che non avevano motivi di essere rivisti, altri visti al VAR che non danno giustizia. AAA cercasi Arbitri, Assistenti o quant’altro che possano risolvere le problematiche sui terreni di gioco. LAZIO – CAGLIARI (3-1): Arbitro Manganiello di Pinerolo (Vivenzi – Gori), IV° Minelli, VAR: Guida, AVAR: Di Vuolo. 92’: cross in area laziale, il difensore angolano Bastos si disinteressa del pallone e colpisce con una gomitata Joao Pedro. Solo il VAR aiuta l’incerto Manganiello a decretare il penalty per gli isolani ed invece di espellere il laziale lo grazia con un semplice giallo. EMPOLI – SAMPDORIA (2-4): Arbitro Calvarese di Teramo (Peretti – Mastrodonato), IV° Massimi, VAR: Sacchi, AVAR: Carbone. Oggi al Carlo Castellani ha diretto la gara il signor VAR. Dopo 3’ di gara check in azione, Nicola Murru dalla fascia sinistra crossa in area un bel pallone per la testa di Quagliarella che mette in rete, L’assistente nr. 2 Mastrodonato segnala l’offside, ma Calvarese annulla solo dopo il replay. Ancora la tecnologia in primo piano dopo qualche minuto e precisamente al 7’: ancora Murru protagonista, questa volta in negativo commettendo fallo sull’empolese La Gumina dentro la propria area. Interviene il review per decretare un netto calcio di rigore che è evidente anche senza VAR. Pasqual porta in vantaggio i toscani realizzando il rigore. 50’: calcio d’angolo per i liguri, contrasto in area tra il sampdoriano Tonelli e il difensore toscano Silvestre. Il doriano cade a terra e Calvarese decreta il calcio di rigore che ci può stare, ma richiamato dal VAR Sacchi, l’arbitro revoca la sua prima decisione. 76’: Caputo realizza il momentaneo 2-2, ma prima di essere convalidato, occorre l’intervento di un silent check. Traoré serve un ottimo pallone dentro area blucerchiata a Caputo che parte da posizione regolare,  batte Audero. Mastrodonato alza invece la bandierina erroneamente. Nulla da obiettare sulla rete del 3-4 annullata a La Gumina: il fuorigioco è nettissimo. GENOA – ATALANTA (3-1): Arbitro Doveri di Roma 1 (Passeri – Meli), IV° Fabbri, VAR: Orsato, AVAR: Liberti. Anche in questa gara il VAR salva Doveri al 34’: cross in area genoana, contrasto aereo col difensore genoano Romero che allarga il braccio sinistro e colpisce nettamente il pallone. Doveri inspiegabilmente lascia proseguire, ma Orsato lo richiama al check per segnalare il rigore netto. Ilicic sbaglia dal dischetto. 47’ del primo tempo: ancora in area genoana, il pallone colpisce il palo dopo un colpo di testa di Gomez e finisce sul braccio sinistro di Criscito in modo del tutto involontario, VAR in azione e Doveri fa continuare. Netto il fallo di Criscito in area sul bergamasco Freuler al 54’, rigore. Zapata mette a segno il penalty. MILAN – FIORENTINA (0-1): Arbitro Mariani di Aprilia (Tolfo – Fiorito), IV° Pezzuto, VAR: Mazzoleni, AVAR: Alassio. Nulla da segnalare se non la buona prestazione del nuovo internazionale Mariani della sezione di Aprilia.UDINESE – FROSINONE (1-1): Arbitro Valeri di Roma 2 (Schenone – Cecconi), IV° Rapuano, VAR: Ghersini, AVAR: Ranghetti. 59’: palla in area friulana, il difensore nigeriano Ekong tenta di rinviare ma sembra che impatti sul piede destro dell’attaccante frusinate Ciano. Sembra perché rivista l’azione diverse volte, sembra esagerata la concessione del penalty. Valeri, quest’anno non particolarmente in forma anche con l’ausilio del VAR, decreta il penalty trasformato dallo stesso Ciano. NAPOLI – SPAL (1-0): Arbitro La Penna di Roma 1 (Marrazzo - Valeriani), IV° Maggioni, VAR: Pairetto, AVAR: De Meo. Gol annullato ad Insigne all’11’: Zielinski dalla fascia destra serve Mertens che dal centro dell’area di rigore  ferrarese calcia in porta con il pallone che viene deviato dal difensore spallino Cionek. La sfera termina a Insigne, che si trova al di là della linea del fuorigioco, che mette in rete. Sia l’assistente nr. 1 Marrazzo che De Meo (AVAR), convincono La Penna ad annullare la rete. Il gol non viene convalidato perché questa non è la classica giocata ma un tentativo di salvare una rete vista la vicinanza di Cionek dalla propria porta. La regola del fuorigioco ormai è sempre più un rebus per molti addetti ai lavori. SASSUOLO – TORINO (1-1): Arbitro Banti di Livorno (Mondin – Prenna), IV° Di Paolo, VAR: Aureliano, AVAR: Bindoni. Al 4° minuto di recupero oltre il 90°, viene annullata una rete ai granata per un precedente fuori gioco del nigeriano Aina prima del suo cross in area emiliana che mette Iago Falque in condizioni di realizzare. Decisione giusta. CHIEVO – INTER (1-1): Arbitro Pasqua di Tivoli (Posado – Galetto), IV° Piscopo, VAR: Marinelli, AVAR: Del Giovane. Nulla da evidenziare. PARMA – BOLOGNA (0-0): Arbitro Abisso di Palermo (Paganessi – Rocca), IV° Fourneau, VAR: Piccinini, AVAR: Di Iorio. Due gli episodi da esaminare. Al 17’ Rigoni fa partire un tiro da dentro aerea felsinea, il pallone viene deviato da un braccio di Helander ma non ci sono assolutamente gli estremi per assegnare il calcio di rigore, Abisso, dopo un breve check, non assegna correttamente il reclamato penalty. 59’: rete non convalidata ad Arturo Calabresi che in netto fuorigioco colpisce il palo e sulla ribattuta Helander mette dentro alle spalle di Sepe. L’assistente nr. 2 Rocca prima e poi Di Iorio all’AVAR, fanno giustamente annullare. JUVENTUS – ROMA (1-0): Arbitro Massa di Imperia (Tegoni – Vuoto), IV° Maresca, VAR: Giacomelli, AVAR: Lo Cicero. Una timida Roma cade all’Allianz Stadium di fronte alla capolista e ci pensa ancora Mandzukic. Da rivedere al 91’ l’annullamento del secondo gol bianconero messo a segno da Douglas Costa su assist di Cristiano Ronaldo. Qualche secondo prima che il portoghese ricevesse palla, Matuidi commette fallo su un giallorosso. Giusto annullare.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Serie A: solo un pari per Sassuolo e Parma. Ancora sconfitta la SPAL