Beppe Signori (ph.Web)
Serie A

Calcioscommesse, Beppe Signori assolto: "Dieci lunghi anni di sofferenza, ma ho sempre reagito"

L'ex attaccante del Bologna, Beppe Signori, è stato giudicato innocente per lo scandalo del calcioscommesse

Ludovica Carlucci
02.05.2021 10:20

Giuseppe Signori è stato giudicato innocente per lo scandalo del calcioscommesse. L'ex attaccante della Lazio ha parlato ai microfoni di Rai Due nel corso del programma "Sfide": "Mi è sempre piaciuto scommettere in modo legale con gli amici, questo mio modo di essere è stato percepito in maniera sbagliata e si è entrati un un sistema complesso e grave, quello del calcio scommesse che è completamente diverso da quello che è sempre piaciuto fare a me. Dieci anni lunghi passati con tanta sofferenza però, come sono sempre stato abituato, ho cercato di reagire e di essere più forte di quello che mi stava capitando. Nel 2010 avevo anche conseguito il patentino per allenare la Nazionale italiana quindi era un mio progetto quello di continuare a stare nel mondo del calcio. Quando ho ricevuto l’ergastolo sportivo sono stato allontanato anche perché non mi hanno più permesso di poter svolgere qualsiasi tipo di attività. Un aggettivo come calciatore e uno come uomo? Come calciatore mi hanno sempre dato del bomber e come uomo ho fatto gol lo stesso, rimane lo stesso soprannome".

Per quali squadre tifano Zazzaroni, Diletta Leotta, Caressa e Ilaria D'amico? Fede calcistica dei giornalisti e telecronisti Rai, Sky e DAZN
Ceravolo risponde a Conte: "Lui legato ai colori delle squadre che ha allenato? E' sempre stato una bandiera della Juventus.."