Cassano sull'Inter: "Calhanoglu giocatore normalissimo, quello da coccolare è Sanchez. Bastoni non è un top. Rispetto a Conte..."
Serie A

Cassano sull'Inter: "Calhanoglu giocatore normalissimo, Sanchez è da coccolare. Bastoni non è un top. Con Conte..."

Nel consueto appuntamento con la Bobo Tv, Antonio Cassano ha parlato anche dell'Inter, sostenendo di aver stima di Inzaghi e soffermandosi su alcuni calciatori.

Alessandro Pallotta
05.10.2021 09:40

Nella consueta diretta streaming sulla Bobo Tv (Twitch) con Vieri, Adani e Ventola, Antonio Cassano ha ribadito la sua opinione sull'Inter, soffermandosi in particolare su alcuni giocatori come Chalanoglu, Correa, Sanchez e Bastoni. 

In merito alla vittoria in rimonta dell'Inter a Reggio Emilia contro il Sassuolo, Cassano ha dichiarato: "Ho stima di Inzaghi, ma andando nello specifico non so quanto l'Inter abbia meritato a Firenze e Reggio Emilia. Il Sassuolo poteva essere avanti 2 o 3-0. Nelle ultime partite ha fatto fatica a gestire il gioco, ma continua a piacermi perché una squadra che tenta sempre di fare la partita da me avrà sempre appoggio".

L'ex fantasista della Roma poi si è soffermato su alcuni calciatori della squadra nerazzurra: "Calhanoglu? Giocatore normalissimo, quello da coccolare è Sanchez. Può essere l'ago della bilancia. Correa se fa venti gol può andare dove gli piace perché ha qualità incredibile, ma fa fatica perché ha alti e bassi. Bisogna aspettarlo. Sanchez invece è di livello assoluto. Se domani Dzeko lo lasci fuori quello affidabile da mettere con Martinez è Sanchez. Se sta bene gioca ovunque".

Cassano ha inoltre espresso alcune perplessità sulle prestazioni di Bastoni: "Fa fatica a giocare a campo aperto, secondo me ha paura nello scontro fisico. Alaba ha meno piede di Bastoni ma ti viene a prendere, Tomori uguale: mi piacciono quei giocatori che hanno coraggio e che ti vengono a prendere. Giocare a 3 a 50 metri dalla porta è diverso rispetto a quando accadeva con Conte, tutti imbarcati in difesa, non dai spazio, non devi guardare la profondità. Non lo vedo come un fenomeno, si vede che sta avendo difficoltà. Oggi ad occhi prendo Romero e non Bastoni: Romero sa giocare uomo a uomo, l'altro non lo vedo vicino minimamente a Romero. Lui gioca a distanza, ha personalità e qualità".

LEGGI ANCHE: Sanchez scontento lancia una frecciatina all'Inter, separazione in arrivo? Ecco la possibile mossa dei nerazzurri

La Scuola Cattolica, streaming gratis? Dove vedere film
Capienza stadi al 100% entro l'anno, spunta la data di riapertura