Serie A

Serie A: i top e i flop della 9^ giornata di campionato

Francesco Perna
28.10.2019 10:01
In questo turno di Serie A non sono mancate le sorprese. Inter, Juve e Napoli non vanno oltre al pari: l'Atalanta strapazza l'Udinese e sogna in grandeIl Sassuolo si rialza e interrompe una serie di tre sconfitte consecutive raccogliendo a Verona i primi punti in trasferta della sua stagione. A decidere una sfida spigolosa è Djuricic, l'uomo della provvidenza per Roberto De Zerbi che iniziava a vedere la classifica piangere pericolosamente. L'Hellas non ha segnato per la terza volta in cinque partite casalinghe in questo torneo mentre gli emiliani hanno messo fine a una striscia di cinque sconfitte consecutive in trasferta. La Juve senza Ronaldo non vince a Lecce, anche se il primato è ancora salvo visto il pari dell'Inter. Per i salentini primo punto conquistato in casa, per i campioni d'Italia secondo pareggio in nove giornate. Paulo Dybala ha trovato la rete in due presenze consecutive in tutte le competizioni per la prima volta da marzo 2018. Marco Mancosu ha segnato quattro reti dal dischetto in questa Serie A, nei cinque maggiori campionati europei in corso nessuno ha fatto meglio (al pari di Daniel Parejo del Valencia). Una grossa occasione gettata al vento. I nerazzurri non riescono ad approfittare del mezzo passo falso della Juventus a Lecce e contro il Parma conquistano solo un punticino, troppo poco per riconquistare il primo posto. Le tossine di Champions evidentemente non sono state smaltite del tutto, ma il compito sembrava in discesa soprattutto dopo il gol di Candreva, che si conferma giocatore prezioso e per la seconda volta con la maglia dell’Inter è riuscito a segnare e fornire un assist nel corso dello stesso match. Prima di Romelu Lukaku, l'ultimo giocatore dell'Inter che aveva segnato almeno sei gol nelle prime nove gare con i nerazzurri, era stato Diego Milito (nel 2009). Ottimo esordio di Thiago Motta sulla panchina del Genoa, che batte 3-1 in rimonta il Brescia a Marassi. Il primo tempo si chiude con gli ospiti avanti 1-0 grazie a una splendida punizione da posizione defilata di Tonali. Nella ripresa il nei tecnico del Grifoni cambia la squadra in tre mosse, che risulteranno decisive ai fini del risultato: dentro Agudelo poi Kouamé e Pandev e saranno proprio loro a ribaltare la partita con i loro gol. Sandro Tonali è il giocatore più giovane ad aver realizzato almeno un gol in questa Serie A (19 anni, 171 giorni). Paolo Ghiglione ha fornito quattro assist in questa stagione: il rossoblù è il difensore che ne ha forniti di più nei cinque maggiori campionati europei. Il Bologna torna alla vittoria (mancava dal 25 settembre a Brescia) nel lunch match della nona giornata. In un Dall'Ara quasi tutto esaurito e unito per Sinisa Mihajlovic, i rossoblù superano 2-1 una buona Sampdoria grazie alle reti nella ripresa di Palacio e Bani, inutile per gli ospiti il gran gol di Gabbiadini. Secondo gol consecutivo casalingo per Rodrigo Palacio in questo campionato, dopo che l'attaccante argentino aveva realizzato in trasferta tutti i nove precedenti.Valanga Atalanta sull'Udinese. La squadra di Gasperini rifila un clamoroso 7-1 ai friulani davanti al proprio pubblico e consolidano il terzo posto in classifica. 28 reti per i nerazzurri in questo campionato: record dopo nove partite giocate nell'era dei tre punti a vittoria - l’ultima squadra a fare meglio è stato il Milan nel 1992/93 (29 gol). Muriel (otto gol in sette gare) ha già superato le reti realizzate nella scorsa stagione con la Fiorentina (sei gol in 19 presenze) ed è riuscito a trasformare tutti i nove rigori calciati in Serie A. Un'occasione persa per il Napoli, un punto fondamentale in chiave salvezza per la Spal. La sfida del Mazza ha raccontato questo in un match che ha messo in mostra i limiti di questo inizio stagionale degli azzurri, ancora rivoluzionati dal turnover di Ancelotti nella formazione iniziale. Le due squadre non pareggiavano nella massima serie dal 1960, anche il quel caso in Emilia-Romagna – da allora 11 vittorie dei partenopei e tre dei ferraresi. Lorenzo Insigne ha raggiunto Luciano Comaschi al settimo posto nella classifica all-time presenze con il Napoli in Serie A (241 partite). l Cagliari sogna la vittoria e il quarto posto a Torino. Poi deve però accontentarsi dell'1-1 sul campo dei granata, che proseguono il periodo di astinenza dalla vittoria. I sardi non arrivavano a sette gare di fila senza perdere da gennaio 2014. Era da maggio 2018 che i piemontesi non rimanevano per quattro partite consecutive senza vincere. Torna al successo la Roma di Fonseca, che supera il Milan di misura e sale al quinto posto. Prosegue il momento nero dei rossoneri, che centrano la quinta sconfitta in nove partite e rimane fermo al 12° posto con 10 punti conquistati. La cura Pioli per ora non produce effetti, con i rossoneri che a Roma offrono diversi errori anche banali e limitano il passivo soltanto a causa dell'imprecisione dei padroni di casa. Tre punti last minute al veleno. Pesanti, sofferti e molto discussi. Al Franchi va in scena una gara a due velocità. Fino all'89' Fiorentina e Lazio se la giocano alla pari ribattendo colpo su colpo, poi nel finale succede di tutto. Alla resa dei conti il match lo decide una zuccata di Immobile: l'attaccante campano ha raggiunto Giorgio Chinaglia al quarto posto dei marcatori all time della Lazio in Serie A (77 reti): meglio di loro solo Rocchi, Signori e Piola. Questa è stata la settima partita di fila in cui Montella ha schierato lo stesso 11 titolare nella Serie A in corso. Il record nell'era dei tre punti a vittoria è della Lazio nel dicembre 2017 (otto).

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Valeri in tilt a Lecce, a Guida manca la personalità. Orsato il migliore