Rocco Commisso presidente della Fiorentina (ph. social)
Serie A

Commisso accusa: "Le regole devono essere uguali per tutti. La Fiorentina paga tutto, Inter e Juve no. Perché?"

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, accusa Inter e Juventus dopo le perdite economiche annunciate dalle due società.

Barbara Ribaudo
19.09.2021 19:52

Rocco Commisso non ci sta e accusa duramente Juventus e Inter. Il presidente della Fiorentina, intervistato dal programma televisivo 90° Minuto, sferra un attacco nei confronti dei due club e denuncia il mancato trattamento paritario di tutte le società di Serie A.

Commisso accusa Juve e Inter: le sue dichiarazioni a 90° Minuto

Dopo il bilancio in rosso dichiarato dalla Juventus e le difficoltà economiche già annunciate dall'Inter nei mesi scorsi, Commisso dichiara: “Le regole del calcio devono essere tutte più trasparenti: non è possibile che ogni 6 mesi la Fiorentina porti soldi in Italia per rientrare nell'indice di liquidità, mentre altre squadre come Juventus e Inter non ci rientrano e non pagano stipendi. Non va bene, l'ho detto alle istituzioni. Dalle notizie che leggo dai giornali, ci sono problemi con l'indice di liquidità. Eppure so che dovrebbero esserci punti di penalizzazione o limitazioni... La Fiorentina paga tutto! Nel giro di due giorni si è sentito che la Juve ha 200 milioni di perdite, gli altri 150... Dobbiamo avere un campionato legittimato, trasparente, dove tutti sono trattati uguali”.

LEGGI ANCHE: Strakosha, all'Olimpico uno striscione per il portiere che nasconde le lacrime prima di Lazio-Cagliari (VIDEO)

Fabio Caressa rivela: "Quale squadra tifo? Non ci crederà nessuno"
La Lazio trema, ma rimonta con personalità, ecco le pagelle