Coronavirus

De Luca spaventa la Campania: "Con un incremento di 800 positivi al giorno è lockdown"

Il governatore della Campania ha dato gli ultimi aggiornamenti circa l'emergenza sanitaria nella regione

Ludovica Carlucci
09.10.2020 16:40

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca (Zimbio)

Ultimi aggiornamenti circa l'emergenza sanitaria da Coronavirus nella regione Campania. Ne ha parlato il governatore Vincenzo De Luca durante la consueta diretta social del venerdì. Queste le sue parole:

"Con un incremento di 800 positivi al giorno è lockdown in Campania. Voglio essere chiaro su questo: arriviamo alla chiusura di tutto. Stiamo lavorando per non prendere decisioni drastiche e per avere più posti liberi per i ricoveri in terapia intensiva. Chi non ha sintomi deve tornare a casa. Entriamo nella Fase D, quella del contagio elevato o addirittura elevatissimo. L'obiettivo è avere equilibrio tra nuovi contagi e guariti. Se dovessimo avere mille contagi e 200 guariti avremmo un incremento di 800 positivi e quel giorno arriveremmo alla chiusura di tutto".

A DIFESA DELLA CAMPANIA - "C'è un'aggressione mediatica contro la Campania. Tutte idiozie le notizie sul bavaglio ai giornalisti sul fronte ospedaliero. Non bisogna dare la sensazione che esista solo il Cotugno, altrimenti tutti si riversano lì. Se si presentano centinaia di persone senza prenotazione per il tampone è ovvio che si crei un problema, ma non esistono tempi d'attesa di 10 giorni".

TAMPONI E PERSONALE - "Continueremo a fare 10mila tamponi al giorno, ma ci sarà il problema del personale, servono persone per gestire l'isolamento domiciliare e fare i controlli. Rispetto alla popolazione della Campania siamo quelli che hanno il minor numero di unità lavorative nel settore sanitario, specie se ci paragoniamo a Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Piemonte e Lazio. Noi ogni giorno facciamo un miracolo, lo dico per spiegarlo a chi fa aggressione mediatica contro la Campania".

 

Commenti

Eleven Sports gratis, Serie C gratuita per tutto il mese di novembre
Koeman: "Contento della squadra che ho. Ansu Fati? Buon giocatore, ma deve ancora imparare"