Sarri sulla squalifica: "Preso per il culo da un ragazzino, agirò per vie legali"
Serie A

Sarri sulla squalifica: "Preso per il culo da un ragazzino, agirò per vie legali"

Il tecnico della Lazio ha parlato in conferenza prima del match col Galatasaray, con un riferimento alla rissa con Saelemakers del Milan

Davide Roberti
15.09.2021 20:28

Dure dichiarazioni di Maurizio Sarri in conferenza stampa prima del match contro il Galatasaray, in programma domani sera. Il tecnico è stato squalificato per due giornate dal direttore di gara Chiffi al termine del match Milan-Lazio, per via di un acceso diverbio tra lui e l'esterno del Milan Alexis Saelemakers. Ecco le dichiarazioni di Sarri in merito alla squalifica.

LEGGI ANCHE: Sarri contro Saelemaekers: "Un gesto che a persone più anziane non si fa, poi Ibra..."

Così ha parlato Maurizio Sarri per quanto riguarda la squalifica da due turni subita in Serie A: “Non me l'aspettavo. Ho una giornata per atteggiamento minaccioso. Nel sottopassaggio ho preso due giornate perché ho detto all'arbitro 'hai permesso che mi prendesse per il culo un ragazzino'. È stato messo a verbale che io ho detto due bestemmie, ma ho dei testimoni e ho avvisato i miei legali: se ci sarà una sola possibilità su un milione voglio procedere per vie legali”.

Escape Room 2 Gioco Mortale, streaming gratis Netflix? Dove vedere il Film dal 23 Settembre
Champions League, i risultati dei primi tempi: pazzesca rimonta del Milan, 0-0 per l'Inter