Calcio

Serie A: top e flop della 34^ giornata di campionato

Francesco Perna
30.04.2019 09:00
E' stato un turno di Serie A fondamentale per la lotta salvezza. Ancora tutto da decidere invece per la corsa Champions ed Europa LeagueIl Bologna trema al Dall'Ara contro l'Empoli, ma dopo l'iniziale svantaggio ha conquistato un 3-1 che potrebbe rivelarsi fondamentale per la permanenza nel massimo campionato. Puniti forse oltre i propri demeriti i toscani, che rimangono a -4 dall'Udinese quartultima: tra l'altro gli azzurri sono la squadra che ha perso più punti (27) da situazioni di vantaggio e sono quella che ha subito più gol di testa (14). I felsinei non vincevano 5 gare casalinghe di fila dal 2002. Equilibrata, ispirata, tonica. La Roma lancia un messaggio forte e chiaro alle dirette concorrenti per un posto nell'Europa che conta. A quattro giornate dal termine, i giallorossi continuano a inseguire la Champions a testa alta, mostrando compattezza e affilando le armi per il rush finale. Per Ranieri, dalla gara col Cagliari, sono arrivate solo buone notizie non solo per il risultato, ma anche per la condizione fisica e mentale della squadra. I capitolini sono la compagine che ha segnato maggiormente nei primi tempi di questo campionato, 32 gol (14 dei quali nei primi 15 minuti, altro record). Un punto ciascuno nel derby d'Italia. I nerazzurri di Spalletti giocano un ottimo primo tempo trovando il vantaggio, ma nella ripresa una Juventus più aggressiva trova il pareggio con il solito Ronaldo. Nessuno ha recuperato più punti della Juve (20) da situazione di svantaggio in questo torneo. I milanesi sono imbattuti da cinque partite (2 vittorie e 3 pareggi) per la prima volta da gennaio. Il Napoli rialza la testa e blinda il secondo posto, allungando sull'Inter mentre per i ciociari la Serie B è sempre più vicina. Mertens ha raggiunto Maradona (81 gol) al terzo posto dei migliori marcatori del Napoli in Serie A mentre Callejon ha raggiunto le 300 presenze con i partenopei. Con un secondo tempo orgoglioso il Chievo di Di Carlo rimonta e pareggia 1-1 contro il Parma, che ora si trova a +8 dall'Empoli. Kucka ha eguagliato il suo record di gol in un singolo campionato di Serie A (3). Nessuna squadra ha subito più gol dei clivensi su sviluppo di calcio piazzato in questo campionato (18).Il Genoa trema a Ferrara, poi raccoglie un pari contro la Spal che potrebbe pesare moltissimo nella corsa verso la salvezza: per gli estensi, è l'ennesimo passo verso la matematica salvezza. Nelle ultime sei giornate di campionato i liguri hanno raccolto meno punti di tutte le altre: in questo parziale i rossoblu hanno sempre subito gol. Gli spallini hanno segnato 14 gol di testa e insieme al Cagliari, sono la squadra che ne ha segnati di più. La Lazio torna in corsa per la Champions, battendo 2-1 a Marassi la Sampdoria. I blucherchiati dicono così addio alla zona Europa, rimanendo a 48 punti, scivolando a -7 dalla Lazio a quattro turni dal termine. Fabio Quagliarella ha segnato il suo 150° in Serie A mentre Caicedo ha realizzato la prima doppietta in Italia. Nel posticipo domenicale, il Torino vince lo scontro diretto con il Milan e aggancia proprio i rossoneri a quota 56 punti. Diavolo spento e senza anima e a quattro turni dalla fine scivola al settimo posto. I granata non vincevano contro il Milan dal 2001. Nelle ultime sette partite di campionato gli uomini di Gattuso hanno ottenuto cinque punti: solo Parma e Fiorentina (4) hanno fatto peggio nello stesso intervallo di gare. La missione non è ancora del tutto compiuta, ma la settimana che ha vissuto l'Atalanta è già da ora da Champions. La Dea di Gasperini è quarta, dominando e soffrendo nel 2-0 all'Udinese, ma mettendo un piede avanti a tutti nella rincorsa ai piedi del podio. Per i friulani, invece, è una sconfitta che mantiene complicata la corsa alla salvezza (+4 sull'Empoli) ma che ha lasciato intravedere buoni segnali di condizione fisica e mentale. Mario Pasalic ha segnato tre gol nelle ultime cinque partite di campionato, dopo che ne aveva realizzato soltanto uno (alla prima di questo torneo) nelle prime 24. I bianconeri hanno subito più gol di tutti su calcio di rigore (9). Una brutta Fiorentina termina la sua settimana orribile (caratterizzata anche dal mancato approdo alla finale di Coppa Italia) perdendo al Franchi contro il Sassuolo. Nel monday night è stato fondamentale Consigli, che ha parato un rigore a Veretout e con questa vittoria i neroverdi hanno superato proprio la banda di Montella. I viola non vincono da 10 incontri: non accadeva dal 2002. Per gli emiliani è arrivata la prima vittoria esterna in questo 2019.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Gol dell’Empoli viziato da un fallo su Orsolini, Suso andava espulso