Calcio

UEFA, Ceferin punge: "Superlega? Volevano distruggere il calcio. Ora siamo più forti di prima"

Il presidente dell'UEFA torna a parlare della Superlega: ecco il video messaggio di Ceferin

Giuseppe Biscotti
27.05.2021 15:10

Ceferin (ph Uefa)

Il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin, è tornato a parlare della Superlega in un video messaggio durante il Club Advisory Panel dell’European League: "Gli ultimi mesi sono stati molto complicati ma abbiamo superato le difficoltà. La pandemia ci ha fatto apprezzare e capire quanto sono importanti i nostri amici e vicini. Il virus ha creato un muro e stessa cosa è successa con Superlega. Non so se la nostra società sarà capace di tornare allo schema che c’era prima, una cosa di cui sono certo però è che noi dell’Uefa apprezziamo molto di più l’importanza del calcio europeo. Superlega? Sono confortato dalla reazione di club, di associazioni, tifosi, giornalisti e politici contro la Superlega, una reazione travolgente. Questa risposta ha sottolineato nuovamente l’importanza della nostra unità. Potete essere certi che l’Uefa si impegnerà a supportare la piramide del calcio. Noi vogliamo massimizzare la passione, non i profitti. Non vogliamo distruggere e dividere, insieme siamo più forti. Tutte le leghe e tutti i club, e tutti i tifosi sono tutti importanti per mantenere insieme il mondo del calcio. I grandi club non diventano grandi da soli. L’ironia del tentativo fallito della Superlega è che aspiravano ad altezze maggiori distruggendo la base su cui si trovavano, non capiscono cosa vuol dire essere parte del mondo del calcio. La maggior parte dei club (della Superlega, ndr) ha ammesso l’errore, ora non guardiamoci indietro perché c’è molto a cui guardare verso il futuro. Il calcio europeo è più forte di prima. Presto inizieremo a rivedere governance calcio europeo e tutte le parti saranno invitate alle consultazioni. La storia ci ricorderà per quello che è stato costruito e non per quello che abbiamo distrutto”.

Commenti

Calciomercato Milan, nel mirino un terzino dell'Arsenal: i dettagli dell'operazione
Ziliani attacca: "Conte? Come il comandante Schettino, un codardo che abbandona la nave"