Basket City sorride: la Virtus allunga, la Fortitudo torna al successo

Francesco Livorti
26.01.2020 23:23
Weekend perfetto per Basket City: entrambe le compagini trionfano. La Virtus conferma la sua forza con Venezia, la Fortitudo supera Varese UMANA REYER VENEZIA - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 71-83 (21-21, 39-44, 55-63)Nella 20° giornata di campionato la capolista Virtus Bologna vince sul parquet dei campioni d’Italia di Venezia e, grazie al successo di Trento a Sassari, scappa a +4 proprio dai sardi. La Segafredo è sempre più prima. Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sulle potenzialità dei bianconeri, con il trionfo della squadra di Djordjevic al Taliercio, tutti gli scrupoli sono stati dissipati. Le VuNere hanno controllato la contesa dall’inizio alla fine. 28 punti in due per Teodosic e Markovic, con all’attivo 16 assist. Decisivi altresì sotto le plance Hunter e Gamble. UMANA REYER VENEZIA: Stone 3, Chappell 7, Bramos 21, Vidmar 2, Watt 10; Daye 13, De Nicolao 7, Mazzola, Filloy 5, Casarin, Cerella 3, Pellegrino N.E.. All.: De Raffaele. VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Markovic 12, Teodosic 16, Weems 9, Ricci 7, Gamble 13; Hunter 17, Baldi Rossi 3, Pajola 6, Gaines, Cournooh N.E., Nikolic N.E., Deri N.E. All.: Djordjevic.   FORTITUDO POMPEA BOLOGNA – OPENJOBMETIS VARESE 79-76 (24-20, 44-48, 64-61)Varese che subito prova a scappare: Clark guida i lombardi sul 13-4 al 6’. Il time-out di coach Martino sveglia i biancoblù che, trascinati da Sims, Aradori e Robertson, trovano il sorpasso sul 19-18 al 9’. Il secondo quarto è equilibrato, anche se la Effe tiene il muso sempre avanti fino al 18’, quando è Tambone dalla lunga distanza a grifare il 45-41. All’intervallo il tabellone recita 44-48. Le triple di Aradori tengono a galla la Effe, che fatica a contenere le sinfonie offensive della comitiva biancorossa. L’equità è sovrana, ma la Pompea conclude la terza frazione di gioco avanti 64-61. In avvio dell’ultimo periodo, capitan Mancinelli sale in cattedra con 5 punti in due azioni manovrate. A 2’ dal termine i felsinei conducono 77-70. Con l’uscita obbligatoria di Daniel per 5 falli i locali sembrano perdere aggressività e lucidità, e l’Openjobmetis ne approfitta, 77-76 a 39’’ all’epilogo. Mancinelli spreca, Clark lo imita e Aradori timbra il 79-76 definitivo. Vano per gli ospiti il 45% dall’arco del primo tempo. Gestione rivedibile dei palloni cruciali per gli uomini di Martino, che comunque tornano nella zona play-off. FORTITUDO POMPEA BOLOGNA: Robertson 9, Aradori 21, Cinciarini 7, Mancinelli 11., Dellosto N.E., Leunen 5, Buscaroli N.E., Sims 14, Fantinelli 6, Daniel 6, Stipcevic. All.: Martino. OPENJOBMETIS VARESE: Peak 8, Clark 13, De Vita N.E., Jakovics, Natali, Vene 18, Simmons 10, Seck, N.E. Mayo 9, Tambone 8, Gandini, Ferrero 10. All: Caja. Domenica triste per il mondo dello sport. È scomparso un’icona del basket, Kobe Bryant. Fatale un incidente in elicottero. La nostra redazione si stringe attorno alla famiglia.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
A Ferrara il Var “salva” Fabbri: direzione arbitrale da dimenticare! Bene Abisso e Calvarese, rivedibile Piccinini