Calcio

Telecronaca Rai, Italia-Inghilterra: petizione per Bruno Pizzul che risponde ai tifosi scatenati

Il celebre telecronista Rai, ha risposto ai tifosi che lo vorrebbero alla telecronaca della finale, al posto di Alberto Rimedio positivo al Covid

Andrea Riva
09.07.2021 20:40

Bruno Pizzul (Fonte Facebook)

Nella giornata di oggi è arrivata all'improvviso la notizia che il telecronista della Rai della Nazionale italiana Alberto Rimedio, è stato trovato positivo al Covid e dunque impossibilitato ad essere presente al Wembled Stadium proprio per la finale di Euro 2020, che domenica sera (ore 21) vedrà scendere in campo gli azzurri contro l'Inghilterra.

Appena saputa la notizia, sui social si è cominciato fare il totopronostico per la sostituzione di Rimedio, anche se l'hashtag #vogliopizzul è quello che ha spopolato di più, soprattutto tra i tifosi più maturi che sono cresciuti calcisticamente con il bravissimo giornalista friulano e anche per consentirgli per la prima volta in carriera, di festeggiare una vittoria, non avendo mai potuto il telecronista gridare "campioni" né ai Mondiali né agli Europei. Però questa petizione quasi sicuramente sarà solamente un sogno, questo almeno a sentire la risposta di Pizzul che nel pomeriggio odierno ha voluto dare, a tutti gli appassionati scatenati nei commenti, che lo sostenevano.

Di seguito riportiamo il pensiero del giornalista classe '38: "Non è fattibile, ringrazio quelli che hanno fatto questa cosa ma francamente non credo sia nemmeno da prendere in considerazione. Fa piacere vuol dire che qualcosa di buono abbiamo lasciato nel ricordo della gente se le persone si sono ricordate di me, ma è solo nostalgia. La Rai ha ampie e qualificate possibilità di sostuite Alberto Rimedio, al quale mando un grande e affettuoso abbraccio. Ringrazio ancora le persone che mi hanno pensato".

LEGGI ANCHE: Ancora bufera su Byron Moreno: l'ex arbitro prende in giro l'Italia su Twitter

Commenti

Amichevoli Inter 2021: ecco il calendario completo degli impegni estivi dei nerazzurri
Bargiggia attacca: "Diletta Leotta è la morte del giornalismo sportivo e..."