Paolo Dal Pino (ph. Zimbio)
Serie A

Stadi aperti, Dal Pino chiede l'apertura al 100% per la prima di Serie A. La risposta di Costa

La richiesta degli stadi aperti al 100% della capienza rappresenterebbe un modo per convincere gli italiani a vaccinarsi. Ma il governo non è d'accordo.

Barbara Ribaudo
16.07.2021 15:19

Stadi aperti al 100% della capienza per la prima giornata di Serie A. E' questa la richiesta avanzata dal presidente della Lega, Paolo Dal Pino, al governo. Ma la risposta del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, non si è fatta attendere.

Stadi aperti, la richiesta di Dal Pino

“Tutti i 20 club e la Federcalcio hanno inviato lettere alle istituzioni per chiedere il ritorno al 100% degli spettatori alle partite. Non è una richiesta folle: spingiamo gli italiani a vaccinarsi visto che finora solo il 45 per cento della popolazione sopra i 12 anni lo ha fatto. Il calcio è un volano sociale incredibile e nel momento in cui consentissimo ai nostri fan muniti di green pass di accedere alle tribune, forniremmo un contributo decisivo per mettere in sicurezza tutto il Paese”. Sono queste le parole rilasciate da Paolo Dal Pino al Corriere della Sera. L'idea, condivisa dai club di Serie A, rappresenterebbe un motivo in più per gli italiani di procedere alla vaccinazione. Infatti, solo coloro che saranno in possesso del green pass potranno partecipare alle partite.

LEGGI ANCHE: Cobolli Gigli critico su Nedved: "Non è nello stile Juve avere un vice presidente che prende a calci le bandierine"

La risposta del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa

Il governo, però, non è d'accordo, soprattutto data la situazione attuale che vede un aumento dei contagi. “Oggi parlare di stadi pieni mi sembra prematuro, dobbiamo valutare quello che sarà l'andamento delle prossime settimane. Il dato positivo è che ad oggi 26 milioni di concittadini si sono vaccinati e siamo arrivati al 48% della popolazione. Siamo in momento in cui gli italiani si stanno ancora vaccinando, e questo potrà modificare in positivo il quadro perché se aumenterà il numero dei vaccinati ovviamente la situazione non potrà che migliorare”, ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Che ha poi concluso: “Io credo che sicuramente possiamo affermare che ci sarà la ripresa del campionato con il pubblico in presenza, con una percentuale inferiore al 100% almeno in una fase iniziale”.

Commenti

Amichevoli Inter 2021: ecco il calendario completo degli impegni estivi dei nerazzurri
L'Italia non può essere campione d'Europa: l'assurda motivazione riportata dal The Economist