Diletta Leotta (ph Image Sport)
Serie A

DAZN, gli abbonamenti non sorridono: TIM ai ferri corti, Sky ritorna in corsa?

Serie A, i numeri degli abbonamenti DAZN non sorridono: TIM a caccia dello sconto, Sky osserva la situazione dietro le quinte

Giuseppe Biscotti
24.12.2021 12:39

Non è un bel momento per DAZN che, dopo i problemi di visione per gli utenti, deve fare i conti con i malumori di TIM. La partnership tra le due aziende vacilla ogni giorno di più. Ricordiamo che DAZN e TIM hanno investito circa 840 milioni di euro annui per i diritti di tutti i match della Serie A per il prossimo triennio. Tuttavia, gli italiani non sono corsi in massa a sottoscrivere abbonamenti con un numero totale che si attesta sui 2 milioni di euro, molto inferiore alle previsioni. 

LEGGI ANCHE: Sky in crisi, perdita record e calo abbonati. Gli italiani abbandonano la pay tv?

DAZN e TIM ai ferri corti? I motivi

Secondo quanto riportato dal sito Calciomercato.com, il rapporto tra le due aziende si sta incrinando ogni giorno sempre di più perché “i numeri degli abbonati non soddisfano i protagonisti del binomio e  l'investimento che rischia di rivelarsi, ad oggi, semplicemente non vantaggioso. In questi giorni le frizioni fra Dazn e Tim si stanno addirittura accentuando. All'interno dell'azienda di telecomunicazioni sono saltati, o stanno saltando i vertici dirigenziali che erano stati promotori e firmatari dell'accordo. Il Cda di Telecom Italia sta spingendo per chiedere a Dazn di rincontrattare l'intesa che prevedeva un esborso da 340 milioni di euro a stagione per tre anni". 

LEGGI ANCHE: Per chi tifa Diletta Leotta? La regina di DAZN svela: "Simpatizzo per due squadre"

DAZN i numeri non sorridono, il possibile ritorno di Sky 

Il quotidiano sportivo prevede due possibili soluzioni al caos che si è creato tra DAZN e TIM: “La prima è quella di una rinegoziazione al ribasso dell'attuale intesa con Tim che potrebbe chiedere un forte sconto fino ad 80 milioni all'anno, sui 340 milioni pattuiti. La seconda è l'appoggio, con una nuova contrattazione, su una seconda piattaforma che possa ritrasmettere il segnale di Dazn senza problemi e spingendo nuovamente verso l'alto la corsa agli abbonamenti. L'unica reale concorrente di Dazn al momento dell'apertura delle buste della Lega Calcio era l'emittente satellitare Sky, che ha rimodulato da tempo i suoi pacchetti, ma che non ha dimenticato il calcio italiano. ​Fra Comcast e Tim ci sono frizioni datate legate a infrastrutture e fibra ottica, ma un aiuto sul fronte diritti tv della Serie A potrebbe agevolare la riappacificazione. Il come, il quando, e soprattutto il quanto, rimangono i punti focali su cui districare questa matassa, ma da Rogoredo l'orecchio è teso e la mano pronta ad intervenire”. 

(Fonte Calciomercato.com)

 

Catastrofe VAR e Arbitri: tutti i risultati falsati in Serie A, Serra nuova star nel club degli "orrori arbitrali"
Serie A, limiti notevoli. Dalla Gazzetta: "50% out dalla Champions e Milan a casa, il calcio italiano ha perso immediatamente l’occasione per confermarsi"