Serie B

Troppo Benevento per questa Serie B. Il Chievo esonera Marcolini

Francesco Perna
02.03.2020 00:00
Il turno di Serie B è stato caratterizzato dalle partite a porte chiuse a causa dell'emergenza dovuta al Coronavirus. Ancora un successo per il BeneventoA tratti sofferente, ma vincente: questo il riassunto della vittoria 2-1 del Crotone in casa dell'Entella, in un "Comunale" senza pubblico per l'emergenza coronavirus. Per i calabresi una rete per tempo, con il minimo comun denominatore Molina, autore di due assist: il primo ad Armenteros (terza rete di fila) e il secondo per il colpo di testa di Simy; poi nel recupero il gol della bandiera di Pellizzer. Colpaccio del Pordenone capace di vincere 1-0 ad Empoli grazie a Bocalon. I toscani si fermano dopo le quattro vittorie consecutive sotto la gestione Marino. Sabato da record per i fratelli Inzaghi: se Simone ha preso il comando della Serie A, Filippo continua a correre con il suo Benevento. Battuto in rimonta anche lo Spezia e primato sempre più consolidato. Adesso soltanto 10 i punti che mancano per la matematica promozione in massima serie, per il club del presidente Vigorito, che ha appena rinnovato il contratto del proprio allenatore. In zona play-off si fermano dunque i bianconeri allenati da Italiano, mentre il Frosinone, 1-0 alla Salernitana ed effettua il controsorpasso al Crotone al secondo posto. In un confronto che ha visto un sostanziale equilibrio tra le due squadre, il punto di svolta è arrivato al 72° minuto quando Novakovich ha trovato la combinazione della cassaforte difensiva avversaria. Quel gol, in buona sostanza, ha consentito al Frosinone di imporsi ma soprattutto di incamerare l'intera posta in palio. Cittadella e Cremonese non vanno oltre lo 0-0. La gara del Tombolato oltre a giocarsi a porte chiuse, si chiude anche a reti bianche e senza occasioni da gol degne di nota, per un pari che serve più agli ospiti.Il Venezia non riesce a sfatare il tabù Penzo: da promozione in trasferta, da retrocessione a S.Elena. Nemmeno l’ennesima prodezza di Samuele Longo (deviazione sottomisura su grande iniziativa di Maleh in chiusura di primo tempo) permette agli arancioneroverdi di agguantare i tre punti casalinghi. Dopo un’ora di partita in pieno controllo, è sufficente una dormita difensiva su rilancio lungo, grosse responsabilità di Casale e Molinaro, a consentire al migliore del Cosenza, il franco algerino Machach, di trafiggere in due tempi Pomini che si oppone alla prima conclusione di testa ma nulla può su successivo tap in. Nel finale mister Dionisi schiera cinque attaccanti ma il fortino calabrese resiste senza affanni. Juve Stabia e Trapani si sono divise la posta in palio nel 2-2 del "Romeo Menti". L’arrivo di Castori come nuovo allenatore non è bastato finora al Trapani per voltare pagina e questa fase della stagione continua a essere complicata per i siciliani. Grazie all’ottimo rendimento interno la Juve Stabia si è allontanata dalla zona pericolosa, in questa partita è stata brava a rimontare due reti e a crederci fino alla fine. Il Pisa esce dal momento negativo vincendo di misura contro il Perugia. Dopo questo 1-0 per gli ospiti sono quattro le sconfitte consecutive, l’arrivo di Cosmi al posto di Oddo finora non ha portato alla svolta positiva che gli umbri si attendevano. Il Chievo non riesce a trovare la terza vittoria consecutiva e cadono a sorpresa tra le mura amiche contro il Livorno ultimo in classifica, che dopo due k.o. di fila può festeggiare per i tre punti ottenuti. Solo tre vittorie nelle ultime undici giornate per i clivensi, che hanno bisogno di accelerare se vorranno lottare per la promozione. Qualora il campionato dovesse finire oggi, i gialloblù sarebbero qualificati ai playoff grazie al loro ottavo posto, ma questo non ha salvato Michele Marcolini dall'esonero: al suo pasto Aglietti. Il Pescara rialza la testa dopo tre sconfitte consecutive. E lo fa nel posticipo domenicale contro l'Ascoli, vincendo 2-1: botta e risposta nel finale di primo tempo con gli abruzzesi avanti grazie a Busellato, poi l'immediato pari di Morosini. Nella ripresa decide un gran gol da posizione impossibile di Memushaj. Legrottaglie resta agganciato alla zona play off, distante 2 punti; fermi a quota 31 i ragazzi di Stellone

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Abisso poco convincente, nessun problema per Mariani, Massa e Di Bello