Assist Storie di Basket

Playoff daily #13 Quel filo diretto tra Colonia e l'Italia

Gran ritorno dell'Armani alla Final Four di Eurolega, ma è presto per dire che è un segnale buono per tutti

Luca Corsolini
29.05.2021 13:33

 

C'è stato anche chi, segno dei tempi, leggasi decadimento della società, ha detto che la sconfitta dell'Armani a Colonia contro il Barcellona è l'ennesimo falimmento di Milano. Una medaglia ha sempre due facce: leggere quella più semplice è un esercizio facile che invece di portare alla libertà delle idee costringe al confino nei luoghi comuni. Pima di parlare di fallimento per me è più giusto, di certo doveroso, ricordare una serie di fatti: Milano da una vita non arrivava a un appuntamento come questo ( e il Barcellona cercava di tornarci da sette anni );  l'Armani ha avuto la palla per vincere e ha sbagliato un tiro, l'esecuzione di Punter, non la scelta, mentre nelle azioni precedenti i due play, comunque all'altezza della situazione, avevano sbagliato due scelte; Messina, arrivato a sfiorare la vittoria contro una squadra che lo aveva suonato due volte in regular season, ha sintetizzato la lezione parlando della necessità di adeguarsi a un livello fisico superiore. E poi ha ripetuto che una Final Four non è la misura del valore di una squadra: la misura è provarci e riprovarci, arrivarci ed esserci

Potere agli allenatori

Forse perchè non ero a Colonia, forse perchè rfimasto a casa ho potuto seguire la conferenza stampa di Repesa, la mia sintesi di ieri è che in questo momento di grande incertezza, con i playoff usati come arma di distrazione di massa per non affrontare i tanti problemi sul tappeto, certo non risolti per il ritorno del pubblico che riguarda poche squadre e un nunero limutato di partite, è giusto e persino bello che gli allenatori tornino al centro del villaggio. Messina è stato il primo, si è intestato la carica di presidente delle Basketball Operations, ed è arrivato alle Final Foir, pronto adesso a curare la delusione di Colonia col ritorno nei playoff; non ha fatto di meno Repesa che ri-presentandosi alla Fortitudo ha parlato di tre aspetti per lui fondamentali: l'organizzazione, l'organizzazione, l'organizzazione. Solo con questi si può arrivare ad avere la necessaria consistenza, e la nenessaria continuità, le doti che Milano ha esibito a Colonia. E'una questione di budget ? No, non è solo una questione di budget: " Oggi - ha detto Repesa - contano molti di più il lavoro in palestra, lo scouting e la chimica di squadra. Se hai persone vere, hai dei giocatori veri". Dello scouting ha parlato indirettamente Messina: è vero che in Italia non abbiamo un totem tecnico come Gasol, ma non abbiamo neanche giocatori di taglia internazionale come Clavere o Abrines, pur avendo solo una squadra in Euroleague mentre la Sopagna quest'anno ne aveva quattro. Nell'organizzazione per come concepita dagli allenatori lo scoiuting è una voce importante: sicuri che le società capiscano il discorso ? Nel dubbio, potere agli allenatori. Voglio dire, potere agli allenatori, ma non carta bianca per quanto riguarda il budget.

 

Tokyo lontana anche per le ragazze

Intanto ieri in una giornata di tanti argomenti, si è allontanata la qualificazione olimpica anche per kle ragazze del 3x3 che hanno perso contro Austria e Svizzera, e devono adesso ripiegare sul preolimpico d Debrecen, con un solo posto in palio per i Giochi. Anche qui,solo e soltanto se capiamo che non è uno scandalo perdere con Austria e Svizzera, ovvero se accettiamo che il mondo è andato avanti mentre noi per anni abbiamo giochicchiato con il 3x3 facendo crescere tante organizzazioni diverse senza impegnare tutto il movimento in una direzione sola, possiamo assumere un ruolo importante e non essere comparse. Senza avere la fretta dei social, cercando la ragione e il ragionamento dei tempi lunghi, sapendo che essere stati, sempre con le ragazze, Campioni del Mondo nel 2018 non è un titolo che garantisce una rendita in eterno. Ovvio fare il titolo per le ragazze di Capobianco, ma giusto anche chiedere al capodelegazione Gianni Petrucci un programma che consideri il 3x3 non un basket altro ma semplicemente basket.

Commenti

Ciclismo, l'incredibile retroscena su Jan Ullrich: "Prima delle corse metteva la nutella nel microonde e..."
Cassano sul Bari: "Non si può perdere contro la squadra di un paesino. C'è lo stesso presidente che fa disastri a Napoli"