Serie A

Serie A e le due soluzioni, Spadafora: "Playoff in Serie A? Meglio decidere in fretta"

Il Ministro dello Sport vuole optare per una decisione rapida a campionato appena iniziato

Francesco Rossi
07.10.2020 10:00

Serie A (Ph. Twitter)

 

Il futuro del campionato di Serie A è molto incerto per via del moltiplicarsi dei casi da Coronavirus tra calciatori e staff. La situazione è preoccupante e il Ministro dello Sport, Spadafora, ha rilasciato nella mattinata di ieri delle dichiarazioni alla stampa che lasciano pensare a una eventuale soluzione playoff per il nostro campionato:

"Occorre dare delle priorità e non è comprensibile sentire che non c'è spazio per i recuperi. Il mio consiglio è di ragionare anche su scenari diversi perché non sappiamo cosa accadrà e se c'è un pensiero legato ai playoff è meglio deciderlo a campionato appena iniziato".

 

LE DUE SOLUZIONI DI GRAVINASecondo il Corriere dello Sport, le soluzioni da intraprendere dettate dal Presidente della FIGC Gravina e dal Presidente della Lega Calcio Dal Pino, sono due: "La prima, l'ipotesi A, prevede una fa "a orologio" in cui non si riduca troppo il numero di partite scendendo dalle 380 previste alle 340-350. Tutto dipenderà dalla data del possibile stop, a seguito del quale le squadre affronteranno soltanto un determinato numero di squadre (magari legate alla posizione in classifica) e i cui punti verranno sommati a quelli ottenuti prima dello stop per generare una classifica "pesata" per i piazzamenti finali prima dei veri e propri playoff scudetto e playout retrocessione.

"Il piano B, invece, prevede la disputa di una semplice final eight in stile Champions League, ma formulata, magari con gare di andata e ritorno e con vantaggi per le prime 4 in classifica, sulla base degli attuali playoff di Serie B. Questa formula potrebbe anche prevedere una sorta di "bolla" in cui disputare l'intera fase finale in stile NBA in un unico posto" Scrive calciomercato.com.

Commenti

Eleven Sports gratis, Serie C gratuita per tutto il mese di novembre
Coronavirus, Italia Under 21: due giocatori positivi e squadra in isolamento