Virtus rimontata e sconfitta con danni a Sassari

Marco Vigarani
11.02.2018 20:38

Dopo essere stata in vantaggio fino al +16, la Virtus crolla a Sassari e perde 82-74 con infortuni per Aradori ed entrambi i fratelli Gentile

- di Marco Vigarani -

Uscire sconfitti dal parquet di Sassari potrebbe anche non essere un problema, ma in realtà la Virtus che torna a Bologna nei prossimi giorni dovrà porsi qualche domanda. Innanzitutto sulle condizioni di salute degli acciaccati: su tutti Aradori che è uscito a metà gara per uno stiramento alla coscia sinistra senza fare più ritorno in campo, ma anche i fratelli Gentile hanno riportato problemi ad una caviglia (Ale) e alla mano destra (Stefano). Ecco allora che improvvisamente la Coppa Italia sembra diventare un problema per i bianconeri che si trovano a fare i conti con assenze più che probabili ma anche con una pericolosa altalenanza di rendimento. Appena si alza l'asticella degli avversari ecco che tornano a galla i fantasmi e la banda di Ramagli dimentica le lezioni imparate finendo per farsi impallinare. In avvio infatti è subito fuga bianconera con Aradori e Gentile ben assistiti da Baldi Rossi ma recuperati dai canestri di Pierre e Polonara per il nuovo pareggio a quota 11 ma la fuga è solo rimandata. Il secondo quarto è di fatto un monologo delle Vu Nere che volano addirittura a +16 con il solo Bamforth a tenere a galla le speranze sarde. Dopo l'intervallo lungo però a lui si unisce anche Planinic, la sfida diventa un tiro al bersaglio e nel frattempo Sassari rosicchia sempre qualche punto rientrando in partita già a metà terzo quarto. Nonostante l'espulsione di coach Pasquini i padroni di casa proseguono nella loro marcia di avvicinamento, restano a contatto e coronano la rimonta nell'ultima frazione con Hatcher. Il sorpasso arriva a soli 4' dal termine e la Virtus spegne definitivamente la luce, in primis dalla lunetta. Pessima tenuta mentale per gli uomini in bianconero nonostante l'alibi derivante dagli infortuni: se ci fosse stato un altro quarto da giocare sarebbe arrivata probabilmente una sconfitta di proporzioni disastrose. Ecco la spiegazione fornita da coach Ramagli: "La differenza è tutta nell'energia: noi l'abbiamo avuta per la prima metà gara e molto meno nella seconda. Purtroppo l'infortunio a Pietro non ci ha aiutati e non è una scusa. Non considero questa sconfitta come quelle di qualche tempo fa anche se dobbiamo essere più stabili nel corso dei 40'. Gentile ha fatto una partita molto solida a tutto tondo anche lavorando da playmaker aggiunto". BANCO SARDEGNA SASSARI-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 82-74 (11-15; 25-38; 50-57) BANCO SARDEGNA SASSARI: Spissu 2, Bamforth 16, Bostic 4, Polonara 8, Pierre 4, Planinic 10, Hatcher 17, Stipcevic 6, Tavernari 7, Jones 7, Devecchi ne, Picarelli ne. All. Pasquini. VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA : Lafayette 7, Aradori 8, Alessandro Gentile 19, Baldi Rossi 5, Slaughter 3, Umeh 8, Stefano Gentile 13, Ndoja, Lawson 11, Pajola. All. Ramagli.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Il Bologna vince solo nel possesso. Esterni opachi ed inutili lanci lunghi