Calcio

Serie A: top e flop della 32^ giornata di campionato

Francesco Perna
16.04.2019 09:30
Soltanto 17 gol in questo turno di Serie A. La Juventus cade contro la Spal e rimanda la festa scudetto. Per il Chievo è arrivata la retrocessione in BPoteva essere il weekend dell'ottavo scudetto consecutivo, ed invece la Juve non è riuscita a guadagnare quel punto utile per la conquista del tricolore. Per gli uomini di Semplici  è arrivata la terza affermazione consecutiva al Mazza, dopo le vittorie contro Roma e Lazio, ed ora la salvezza per gli estensi è sempre più vicina. Per Barzagli, che ha annunciato il ritiro a fine stagione, è stata la 350^ presenza da titolare in Serie A. Gli spallini sono tornati a vincere contro i bianconeri, dopo un digiuno di 23  gare. La Roma ha superato di misura l'Udinese e ha rilanciato le proprie ambizioni Champions grazie alla seconda vittoria consecutiva. Una vittoria firmata da Edin Dzeko: l'attaccante bosniaco è tornato a segnare all'Olimpico dopo un'astinenza che durava da aprile 2018. Per Tudor è arrivato il primo stop dal suo arrivo e per centrare l'obiettivo salvezza ci sarà ancora da sudare. I friulani hanno raccolto solo quattro punti nelle ultime 12 trasferte di Serie A, senza ottenere neanche un successo nel parziale (4 pareggi e 8 sconfitte). Tre punti per la Champions. Sofferti, sudati, contestati. Il Milan esce a testa alta dallo scontro diretto con la Lazio, rispondendo alla Roma e restando al quarto posto. Una punizione fin troppo severa per la banda di Inzaghi, che ora nel recupero contro l'Udinese non potrà più sbagliare se non vorrà perdere definitivamente il treno per l'Europa che conta. I biancocelesti hanno ha subito il 33% dei gol in questo campionato negli ultimi 15 minuti di gioco (11 su 33) mentre Kessie ha realizzato il 10° gol con la maglia rossonera. Nel lunch-match il Toro non va oltre il pari: all'Olimpico Grande Torino la squadra di Mazzarri ha pareggiato 1-1 col Cagliari e ha rallentato ancora la corsa per un posto europeo. Traditi da un atteggiamento troppo nervoso, i granata non sono riusciti a trasformare la cattiveria agonistica in "ferocia" tecnica, sbattendo contro il bunker sardo e lasciando sul terreno altri punti preziosi. La seconda vita di Montella sulla panchina della Fiorentina inizia con uno 0-0 al Franchi contro il Bologna. Ennesimo pareggio in casa viola, il sedicesimo stagionale mentre per Mihajlovic è un buon punto che smuove di poco la classifica dei felsinei. I gigliati non vincono tra le mura amiche da 8 partite (6 pareggi e 2 sconfitte).Derby a senso unico a Marassi, dove la Sampdoria supera 2-0 il Genoa e continua a restare in corsa per un posto in Europa. Prosegue la maledizione del grifone, che non vince una stracittadina da tre anni e adesso comincia anche ad avere una classifica preoccupante. La compagine di Giampaolo è tornata al successo dopo due sconfitte consecutive e ha rilanciato le proprie ambizioni europee: con sei turni da giocare, l'Europa League è ancora possibile. Sassuolo-Parma è finita senza reti, ma non è stato un incontro privo di emozioni. Un risultato che fa bene alla classifica di entrambe le formazioni in chiave salvezza. Per la prima volta in questo campionato, gli emiliani hanno mantenuto la porta inviolata in due gare interne di fila. Andrea Consigli ha parato 15 calci di rigore (su 51) dal suo esordio A, solo Samir Handanovic (21 su 67) ne ha parati di più. Tutto facile per il Napoli che al Bentegodi ha vinto 3-1 condannando matematicamente il Chievo alla retrocessione e rinviando, almeno di una settimana, la festa scudetto della Juventus. I veronesi sono retrocessi con sei giornate d’anticipo in Serie B, per la seconda volta nella loro storia. Solo due difensori hanno realizzato una doppietta in questo torneo (Kalidou Koulibaly e Merih Demiral), entrambi contro i clivensi. Nel posticipo domenicale l'Inter ha battuto 3-1 il Frosinone, rispondendo alle vittorie di Milan e Roma, sempre distanti 5 e 6 punti. Sabato ci sarà la sfida contro i capitolini, che ha tutto il sapore del primo match-point Champions. Per i frusinati la retrocessione è ormai vicina. I nerazzurri hanno trasformato tutti e sette i calci di rigore fin'ora avuti. Nel monday night di questa giornata, l'Atalanta ha pareggiato 0-0 (il secondo consecutivo) in casa contro l'Empoli e ha fallito l'aggancio al quarto posto del Milan, che rimane a +2. L'Empoli va a 29 punti e rimane a -2 dal Bologna quart'ultimo.  I toscani non ottenevano questo risultato da settembre.  

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Bravo Massa a Frosinone, Irrati e Banti negano un rigore solare al Torino