Serie B

Sette anni dopo il Lecce torna in Serie A. Il Foggia retrocede in Lega Pro

Salvatore Delle Donne
11.05.2019 21:21
Ultima giornata del campionato cadetto, arrivano gli ultimi verdetti: Verona, Pescara e Spezia ai playoff. Salernitana e Venezia ai playout. Foggia in C.In un "Via del Mare" vestito a festa con oltre ventimila presenti sugli spalti, il Lecce batte 2-1 lo Spezia grazie alle reti di Petriccione e La Mantia e torna in Serie A dopo sette anni di attesa. Il merito è tutto di Fabio Liverani, capace di dare un'impronta a questa squadra, protagonista di una cavalcata entusiasmante coronata con il secondo posto in classifica. Per i liguri, che comunque disputeranno i playoff, inutile nel finale il gol di Capradossi. Niente da fare per il Palermo di Delio Rossi, che al "Barbera" impatta 2-2 con il Cittadella. Dopo un primo tempo giocato alla grande e in vantaggio di due reti con Nestorovski e Trajkovski, i rosanero si fanno raggiungere nel finale dalle reti Diaw e Adorni, e devono accontentarsi del terzo posto. Il pareggio invece, permette agli uomini di Venturato di difendere l'ottavo posto in classifica e giocarsi la promozione ai playoff. Promozione che vorrà conquistare anche il Benevento di Bucchi, che espugna il Rigamonti di Brescia 3-2. Una gara senza interessi (con i lombardi già promossi e sicuri del primo posto, campani del quarto), che regala gol ed emozioni. Rondinelle due volte avanti e due volte riacciuffate, prima del gol capolavoro di Armenteros (doppietta) ad inizio ripresa. Vince anche il Pescara, 2-0 all'Adriatico sulla Salernitana. Succede tutto nei minuti finali, con gli abruzzesi che trovano la vittoria grazie alle reti di Bettella e Ciofani, consolidando il quinto posto in classifica. Tutt'altro umore per i granata, alla quinta sconfitta consecutiva e condannati ai playout contro il Venezia per la permanenza in Serie B. Venezia che espugna il " Cabassi" di Carpi 2-3 in una partita rocambolesca. I biancorossi (retrocessi) partono bene e a inizio ripresa sono in vantaggio di due reti, poi l'espulsione di Buongiorno cambia l'inerzia del match e i lagunari ribaltano il risultato, agguantando la vittoria solo nei minuti di recupero grazie ad un colpo di testa di Zigoni (doppietta). Succede di tutto anche al Bentegodi tra Verona e Foggia, una partita ricca di colpi di scena e rovesciamenti terminata 2-1 per i padroni di casa. Dopo essere passati in vantaggio con un gol di Iemmello a inizio ripresa, i satanelli sognano addirittura la salvezza diretta, prima di subire la rimonta degli scaligeri firmata Di Carmine, che con la sua doppietta consente ai veneti di conquistare un piazzamento in zona playoff, condannando i pugliesi ad una clamorosa retrocessione in Serie C. Playoff a cui non parteciperanno Perugia e Cremonese, avversarie quest'oggi al Curi: termina 3-1 per gli umbri grazie alle reti di Kouan e Vido (doppietta). La squadra di Nesta conclude la stagione al nono posto in classifica ad un solo punto dalla post season. Chiude il campionato con una vittoria il Crotone, che allo Scida batte con un netto 3-0 l'Ascoli, conquistando una meritata salvezza. Gara dominata in lungo e in largo dai pitagorici e decisa dalle reti di Simy, Pettinari e Benali contro un Ascoli che non aveva più nulla da chiedere al campionato e già certo della permanenza tra i cadetti. Infine contro un già retrocesso Padova, conquista all'ultima curva la salvezza diretta anche il Livorno, riuscendo ad evitare persino i playout complice gli altri risultati dai campi. All'Euganeo basta un punto alla squadra di Breda per dare il via ai festeggiamenti: a Giannetti risponde Mazzocco per l'1-1 definitivo.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Cahanoglu piega la Viola di testa. Il Milan è ancora sul treno-Champions