Bargiggia elogia Osimhen e il Napoli
Serie A

Bargiggia elogia Osimhen: “La prossima estate varrà quanto Lukaku”. E rivela: “I calciatori senza stipendio da tre mesi”

Il giornalista esperto di calciomercato Paolo Bargiggia commenta le prestazioni eccellenti di Osimhen in Serie A e la situazione in casa Napoli

Emmanuele Sorrentino
27.09.2021 17:18

Il Napoli è primo a punteggio pieno, 18 punti in sei gare con 16 reti realizzate, meglio ha fatto solo l’Inter con 20, e 2 subite, miglior difesa del campionato. Numeri da capogiro all’ombra del Vesuvio che sembrano anticipare quel sogno che, per scaramanzia, da quelle parti, è assolutamente vietato nominare. Sull’avvio decisamente convincente degli azzurri del tecnico Luciano Spalletti, è intervenuto il noto giornalista esperto di calciomercato Paolo Bargiggia, il quale, durante 1 Football Club, trasmissione prodotta dalla testata IlSognoNelCuore trasmessa su 1 Station Radio, il quale non ha risparmiato elogi nei confronti di Osimhen, diventato giornata dopo giornata leader di questo gruppo: “Ha una fisicità che gli consente di fare un reparto e mezzo da solo, allunga e accorcia la squadra a suo piacimento. Il suo impatto è stato devastante - prosegue -, la scosrsa stagione ha siglato 10 gol su 15 partite dopo essere stato fuori tre mesi. E’ un arma in più che non è costata molto alla società partenopea, 50 milioni, e che a fine stagione - rivela Bariggia - può arrivare a valere come Lukaku”.

E sulla situazione societaria del Napoli rivela: “Gli azzurri da tre mesi non stanno prendendo stipendio, saranno pagati il 30 di questo mese per scadenza della Lega, tutto nella norma, ma è la dimostrazione - continua - dell’incredibile attaccamento di questi ragazzi. Sotto l’aspetto finanziario, rispetto ad altri club con debiti importanti, il Napoli - evidenzia Bargiggia - è come il Vaticano: bilancio in salute e sostenibilità. La lotta allo Scudetto alle milanesi, super indebitate, dimostra la bontà di questo progetto”, conclude il giornalista.

DAZN, Diletta Leotta la “non giornalista”: ecco il probabile perché non desidera diventarlo e le critiche di Paola Ferrari
Stellini sul possibile ritorno di Conte alla Juve: “Se ci fossero i presupposti, non guarderebbe al sentimento”