Serie B

Serie B: frena la capolista, vincono Verona, Benevento e Livorno

Salvatore Delle Donne
29.10.2018 18:34
Dopo nove giornate, arriva a sorpresa la prima sconfitta del Pescara. Ne approfittano Verona e Benevento. Pioggia di gol nel derby pugliese Settimana intensa, difficile per il campionato cadetto. Con il consiglio di Stato che accoglie l'istanza della Lega (favorevole al format a 19 squadre) e boccia di fatto, la sentenza di pochi giorni prima da parte del TAR di reintegrare tre società e riportare il campionato a 22 squadre. Show must go on, quindi tutti in campo (ad eccezione del Carpi che riposa) per la nona giornata di campionato che regala una sola vittoria esterna, clamorosa, conquistata dal Cittadella di Venturato contro la capolista Pescara. All'Adriatico, è Finotto a regalare il successo ai veneti, adesso in piena zona play-off. Prima sconfitta in campionato per gli uomini di Bebi Pillon, apparsi sotto tono, ancora primi in classifica a quota 18. Ne approfitta eccome, il Verona che batte in rimonta 2-1 il Perugia al Bentegodi. Vittoria sofferta per gli scaligeri che devono ringraziare il portiere Silvestri, prodigioso in più di una circostanza e bravo a negare il pareggio agli umbri neutralizzando un rigore a Vido. La squadra di Grosso, con questa vittoria, è a -1 dalla vetta. Vince anche il Benevento, 2-1 sulla Cremonese, crisi ormai alle spalle e terza vittoria consecutiva per i sanniti. Per i grigiorossi di Mandorlini, prima sconfitta stagionale. Sfuma la prima vittoria esterna per la Salernitana, raggiunta solo nel finale dal Crotone. Allo stadio " Ezio Scida" finisce 1-1. Sesto risultato utile di fila per i campani. Per il Crotone di Stroppa (partito alla vigilia con altre ambizioni), campionato al di sotto delle aspettative fin qui, impantanato a metà classifica a quota 11 e solo una vittoria nelle ultime cinque partite. Vince di misura il Brescia di Corini, a decidere il match contro il Cosenza ci pensa Torregrossa, settimo risultato utile consecutivo per le rondinelle e -3 dal secondo posto. Peccato per il Cosenza che non riesce a dare continuità alla prima vittoria stagionale. Prima vittoria stagionale che arriva anche per il Livorno, al Picchi è Raicevic a salvare la panchina al tecnico Lucarelli. Per l'Ascoli, senza il bomber Ardemagni, arriva la seconda sconfitta esterna consecutiva. Pioggia di gol e tanto spettacolo nel derby pugliese tra Foggia e Lecce. Allo Zaccheria, i rossoneri vanno addirittura in vantaggio di due gol ma vengono ripresi a venti minuti dal termine. Solo un grande Bizzarri, con una parata provvidenziale nel finale, evita la beffa ai padroni di casa. Foggia ancora fermo a 5 punti e in piena zona play-out, salentini invece, a quota 13 e in piena zona playoff. Nell'anticipo l'ex Walter Zenga, sfiora l'impresa al Barbera alla seconda sulla panchina del Venezia. Struna al 90' (con i  rosanero in dieci uomini), riesce ad acciuffare un pareggio insperato che permette agli uomini di Stellone di conquistare un punto prezioso in chiave promozione. Per i lagunari situazione critica, tre pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque giornate. Infine, l'unico 0-0 di giornata, si registra all' Euganeo. Padova e Spezia non si fanno del male. Risultato giusto per un match senza emozioni.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Milan, la coppia Cutrone-Higuain funziona! Ma per vincere non si può sempre rimontare