Serie A

Infortunio Zaniolo, il Prof. Mariani spegne le critiche: "Riabilitazione affrettata? Stupidaggini. Vi spiego perchè"

Parla il chirurgo che ha operato Zaniolo a gennaio: "Seconda operazione in Austria? Nessuna mancanza di rispetto nei miei confronti"

Tiziano De Santis
11.09.2020 19:50

L'infortunio di Nicolò Zaniolo nel match tra Olanda e Italia (Profilo social giocatore)

Dopo l'infortunio subito al legamento crociato del ginocchio sinistro, Nicolò Zaniolo sarà costretto alla secondo intervento chirurgico in meno di un anno. Il giovane centrocampista della Roma e della Nazionale verrà operato nella clinica di Innsbruck dal Professor Fink, a differenza di quanto successo nel mese di gennaio, quando a ricostruire il legamento del ginocchio destro fu il Prof. Mariani presso la Clinica Villa Stuart. Proprio quest'ultimo ha voluto fare il punto della situazione sia sulla recente scelta del ragazzo, sia anche sul percorso riabilitativo secondo molti non condotto alla perfezione in casa Roma: "Non ho visto alcuna mancanza di fiducia nei miei confronti. Spero, anzi, che il collega in Austria operi bene Zaniolo così come ho fatto io sette mesi fa. Vorrei sottolineare che Zaniolo è un ragazzo di 21 anni, non posso dialogare in termini medici con lui. I miei interlocutori sono i suoi medici che lo devono consigliare sull’aspetto tecnico e medico. Ci è stato comunicato che il giocatore non si sarebbe operato mercoledì mattina, il giorno successivo ci hanno detto che sarebbe andato da un'altra parte. Con i Dottori Causarano, Manara e Costa c’è un rapporto molto schietto e sincero. È bastata una telefonata. Chi dice che il rientro di Zaniolo dal primo infortunio è stato affrettato mente e dice stupidaggini. Faccio un esempio, Zaniolo si è infortunato lo stesso giorno di Demiral. Loro sono rientrati in partita ufficiale a 20 giorni di distanza. Aggiungo che nello stesso periodo ho operato un altro grande atleta come Memphis Depay che è rientrato fino a giocare la semifinale di Champions League e la gara contro l’Italia di lunedì scorso. La cosa più importante è la qualità della tecnica chirurgica. Mi sento di dire, perciò, che tante volte la gente parla solo per il gusto di non stare in silenzio. Una riabilitazione buona si può ottenere presso qualunque società sportiva professionistica ben organizzata. Tutta la parte riabilitativa, nel caso di Zaniolo, è stata svolta a Trigoria, in piena sintonia con le mie indicazioni e con il massimo della professionalità da parte di medici, fisioterapisti e preparatori atletici della Roma”. 

 

 

 

 

Commenti

Serie A, maxi blitz contro la pirateria: chiuso il 90 % delle IPTV illegali. Cosa rischiano i trasgressori?
Rassegna stampa estera - Le prime pagine dei maggiori quotidiani sportivi internazionali