Serie A

Benevento, Inzaghi: "Inter favorita per lo scudetto, servirà la partita perfetta"

Pippo Inzaghi ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla sfida contro l’Inter

Francesco Perna
28.01.2021 20:30

Pippo Inzaghi (Ph. Twitter)

In casa Benevento conferenza stampa per Pippo Inzaghi che ha presentato la gara di sabato contro l’Inter in campionato, valida per la prima giornata di ritorno. Queste le parole del tecnico dei sanniti: “Lukaku-Lautaro? Sarebbe banale concentrarci solo su loro due. Non possiamo pensare a due giocatori dell’Inter, hanno una rosa da Champions League e sono i favoriti per lo scudetto. Siamo consapevoli che servirà una partita perfetta, senza snaturarci e provando a rispondere colpo su colpo. Siamo convinti di poter fare la nostra bella figura anche a San Siro, ma è chiaro che Lukaku è un attaccante che fa la differenza. Insieme a Ibra è il più forte in assoluto e sposta gli equilibri”.

SU DE PAOLI “Depaoli è un ottimo giocatore, un prospetto giovane di cui avevamo bisogno in attesa del rientro di Letizia. Può fare il quinto, il terzino ma anche la mezzala. La sua duttilità tattica è un’arma fondamentale, dovrà inserirsi nei nostri meccanismi e sono convinto che ci sarà una grossa mano”.

SULLA QUOTA SALVEZZAIl nostro obiettivo è arrivare quanto prima a 40 punti e siamo ancora molto lontani. Abbiamo 8 punti di vantaggio, ma chi è sotto di noi è intervenuto sul mercato e altre hanno un organico di altissimo livello. Io guardo in casa mia, consapevole che il girone di ritorno è tutt’altro campionato. Ringrazio anche la società che, come sempre, non si è fatta cogliere impreparata. Se avremo la fortuna di recuperare qualche giocatore infortunato da tempo potremo farcela, ci sono tutte le carte in regola per essere protagonisti”.

SU CONTE“Antonio è un grande allenatore, con lui ho un ottimo rapporto ed è stato mio compagno di stanza. Lui e mio fratello sono fonte di ispirazione per chi fa il mio lavoro, è un vincente e ha meritato tutto quello che ha costruito nella sua carriera. Sarà un peccato non vederlo in panchina”.

Commenti

Per quali squadre tifano Sconcerti, Caressa, Bergomi e Pardo? Fede calcistica telecronisti Rai, Sky, Dazn e Mediaset
Atalanta, Gasperini: "Una delle mie vittorie più belle da quando sono all'Atalanta"