Serie A

L'Inter abbandona la SuperLega con un comunicato ufficiale, ma le polemiche tra i tifosi non si placano

Anche il club nerazzurro esce dalla SuperLega: tanti i commenti sui social tra cui quello di Paolo Ziliani, molto duro

Andrea Riva
21.04.2021 12:50

La famiglia Zhang  FOTO: FONTE WEB

Dopo tutta la polemica di questi giorni per la nascita della SuperLega, anche l'Inter, dopo le squadre inglesi ieri sera, si è fatta fuori, ufficializzando il tutto con un comunicato postato sul proprio sito ufficiale:

"F.C. Internazionale Milano conferma che il Club non fa più parte del progetto Super League. Siamo sempre impegnati a dare ai tifosi la migliore esperienza calcistica; l'innovazione e l'inclusione sono parte del nostro DNA fin dalla nostra fondazione. Il nostro impegno con tutte le parti interessate per migliorare l'industria del calcio non cambierà mai. L'Inter crede che il calcio, come ogni settore di attività, debba avere interesse a migliorare costantemente le sue competizioni, per continuare ad emozionare i tifosi di tutte le età in tutto il mondo, in un quadro di sostenibilità finanziaria. Con questa visione continueremo a lavorare insieme alle istituzioni e a tutte le parti interessate per il futuro dello sport che tutti amiamo".

Ovviamente ci sono state polemiche non solo tra i tifosi ma anche da parte dei giornalisti, in primis Paolo Ziliani che sul suo profilo Twitter ha dichiarato: "Tutto ok, quel che conta è essersi smarcati. Ma Marotta dovrebbe spiegare perchè “l’innovazione e l’inclusione” sono parte del DNA dell’Inter, ma fino a ieri notte se n’erano dimenticati.Se il mondo non si fosse ribellato l’Inter oggi sarebbe fra i negrieri del calcio".

Come detto anche i tifosi non l'hanno presa bene per le mancate scuse a tutta questa vicenda probabilmente gestita molto male: "Non vedo la parola "SCUSA". "Imparare a chiedere scusa quando si sbaglia è il primo insegnamento che si dà ai figli". "Meglio tardi che mai, ma riprendere una certa immagine sarà difficile per questi dirigenti". "Uno scusate sarebbe stato meglio". "Hai venduto la tua anima al diavolo. è che ricorderemo il tuo pietoso club". "Complimenti per aver partecipato a sta pagliacciata". "L'inclusione è nel nostro DNA e firmate per un torneo che esclude praticamente tutti. Ma siete scemi?" E infine uno dei più duri "Abbiamo accettato di consegnare l Fc Inter nelle mani di una banca, di accettare soldi che non meritavamo e di creare un wrestling del calcio con a capo Andrea Agnelli. E tutto con un comunicato pubblicato all’una di notte senza neanche metterci la faccia. Imperdonabile".

Paolo Ziliani, il suo tweet

Commenti

DAZN gratis, ecco come ricevere un mese di visione gratuita
Flop Superlega, l’analisi de La Stampa: “Per Agnelli si apre un nuovo capitolo”