Serie B

Serie B: altri tre punti per il Benevento. Il Crotone la spunta nel recupero

Francesco Perna
05.03.2020 07:51
Non c'è un attimo di sosta per la Serie B in campo per il turno infrasettimanale. Il Benevento non si ferma mentre il Frosinone trova soltanto un puntoProsegue la marcia trionfale del Benevento verso la Serie A. La squadra di Inzaghi supera 2-1 il Perugia con i gol di Caldirola e Insigne e porta a casa il 18° risultato utile consecutivo. Di Federico Melchiorri il gol dei padroni di casa. Per gli umbri, che erano in ritiro da 3 giorni, si tratta invece della quinta sconfitta consecutiva. Gol ed emozioni a Livorno dove l'ultima in classifica ferma la corsa del Frosinone di Alessandro Nesta. Apre le danze Ferrari al 16' (che ferma l'imbattibilità di Bardi a 591'), poi il pari di Citro al 31', poi di nuovo avanti i padroni di casa con Del Prato (al primo gol da professionista) e infine, Dionisi, su rigore. I ciociari si fermano così dopo 6 vittorie consecutive anche se conservano il secondo posto in classifica a + 1 sul Crotone. Un gol pesantissimo e all'ultimo respiro. Il colpo di testa di Simy regala al Crotone una vittoria fondamentale contro il Pisa, che permette alla squadra di Stroppa di confermarsi sempre di più al terzo posto e perché no sognare qualcosa di più. Visto che il Frosinone è ora lontano solo un punto. Per i calabresi si tratta della terza vittoria di fila, mentre i toscani si fermano dopo il successo col Perugia. Torna alla vittoria la Salernitana. La squadra di Ventura dopo la sconfitta col Frosinone supera 2-0 il Venezia con le reti di Kiyine e Karo (assist di Cerci, alla prima da titolare). Da segnalare il rigore parato da Micai a Longo al 65' quando il risultato era ancora sull'1-0. I campani salgono al quinto posto in classifica a quota 42. Il Cittadella si riprende il quarto posto in classifica e lo fa con una bella vittoria in casa del Cosenza. Decidono la sfida le reti di Stanco al 50' (sinistro chirurgico a trafiggere Perina) e Vita al 73'. Di Asencio in pieno recupero il gol del Cosenza. Per i veneti si tratta del quarto risultato utile consecutivo (scavalcate Salernitana e Pordenone), mentre il Cosenza - privo di Pillon squalificato e in tribuna - prosegue nella sua crisi nera: la vittoria manca dal 15 febbraio.L'unica gara a porte chiuse della giornata è stata forse la più emozionante. Alla fine la porta a casa l'Empoli ma la Cremonese esce a testa alta. Sblocca Ravanelli al 27', poi Sierralta trova il pari, prima della rete di Parigini. Mancuso riequilibra i conti su rigore (realizzando il suo nono gol in campionato), ma Bajrami al 58' chiude i giochi. Per la compagine di Marino, che ora è all'ottavo posto a quota 39 punti è la quinta vittoria in sei partite. Seconda vittoria di fila per il Pordenone. La squadra di Tesser dopo un inizio anno da incubo (con 0 vittorie in 6 partite) torna a correre e si tiene in piena zona playoff. Alla Dacia Arena i neroverdi superano 2-1 la Juve Stabia con le reti di Gavazzi e Strizzolo, nel mezzo il rigore di Di Mariano. Successo strabordante del Trapani sull'Entella che era passata in vantaggio al 24' grazie ad un autogol di Coulibaly. I siciliani la ribaltano con Evacuo, Pettinari, Taugourdeau e Scaglia. La squadra di Castori torna alla vittoria dopo 6 partite senza successi, mentre i liguri restano ancora a secco di vittorie (l'ultima il 9 febbraio) ma resta comunque a ridosso della zona playoff. Ascoli e Chievo pareggiano 1-1 in un posticipo della 27a giornata di serie B, che si è giocato a porte chiuse. Era la prima in panchina di Alfredo Aglietti, che ha sostituito sulla panchina del Chievo Michele Marcolini. Ospiti in vantaggio al 38’ del primo tempo col centravanti Djordjevic, che impatta il tiro-cross di Vignato e non dà scampo a Leali. Anche il pareggio parla slavo: al 26’ della ripresa azione insistita da sinistra dell’Ascoli, il cross di Trotta è allontanato in maniera imperfetta da Renzetti, così l’ex Genoa Ninkovic pareggia senza troppa difficoltà. Lo Spezia di Italiano batte nettamente nell'ultimo match il Pescara e torna al quarto posto: ora la seconda piazza occupata dal Frosinone dista solo due punti. Gli abruzzesi cadono per l'autogol di Scognamiglio e la rete di Gyasi nella ripresa; nei bianconeri Maggiore in grande spolvero. Passo indietro per Legrottaglie dopo la vittoria con l'Ascoli

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Serie A a porte chiuse fino al 3 aprile. L'8 e il 9 marzo i recuperi della 26^ giornata