Calcio

Tifoso ucciso, Manduca si difende: "Ero spaventato dai disordini, non ho investito nessuno"

Fabio Manduca è accusato dell'omicidio di Daniele Belardinelli, ultrà del Varese

Francesco Rossi
12.10.2020 15:13

Stadio San Siro (Social)

Il tifoso del Napoli, Fabio Manduca, si difende dalle accuse di omicidio volontario nei confronti dell'ultrà del Varese, Daniele Belardinelli. Il fatto avvenne il 26 dicembre 2018 prima di Inter-Napoli. Manduca ha chiesto di essere nuovamente interrogato oggi e ai pm Bordieri e Stagnaro ha negato fermamente le accuse di omicidio volontario:

"Non ho investito nessuno, sono solo fuggito spaventato dai disordini. Ho visto un razzo rosso prima del semaforo. Il Ford Transit davanti a me ha fatto retromarcia, l'ho passato a sinistra con il mio Renault Kadjar, poi la polizia ha fatto segno di andare avanti e ho guidato dritto fino allo stadio senza fermarmi".

Il legale della madre di Belardinelli sostiene che tale tesi non sia credibile e che ciò contrasta con altre versioni rese dallo stesso Manduca

Commenti

Eleven Sports gratis, Serie C gratuita per tutto il mese di novembre
Brasile, Robinho torna al Santos per...230€ al mese