Serie A

Moggi bacchetta la Vecchia Signora: "Con il Napoli la Juve ha perso perché..."

L'ex dirigente della Juve Moggi analizza a mente fredda la sconfitta rimediata dai bianconeri nell'anticipo di sabato con il Napoli

Emmanuele Sorrentino
17.02.2021 12:36

Moggi fonte Supernews

Nel suo editoriale su Libero, l'ex dirigente della Juve Luciano Moggi torna sul big match della scorsa giornata tra i bianconeri e il Napoli, analizzando la sconfitta rimediata dagli uomini di Pirlo che di fatto allontana la Vecchia Signora dalla lotta per lo scudetto, complice la contemporanea vittoria dell'Inter, ora nuova capolista.

Moggi esamina l'approccio alla gara dello stadio Maradona: "Presentando Napoli-Juve avevamo scritto che la partita avrebbe potuto chiarire le possibilità di inserimento della Signora nel giro scudetto - rivala - e nello stesso tempo poteva far capire meglio lo stato di crisi che stava attanagliando i campani e in particolare mister Gattuso".

E prosegue: "La gara ci ha raccontato che la Juve, perdendo, potrebbe anche essere considerata fuori dalla lotta per il tricolore, a meno che gli otto punti di distacco dall'Inter possano essere ridotti a cinque nel caso di successo nel recupero con i partenopei". 

Inoltre Moggi ritiene che il successo del Napoli ha di fatto salvato la panchina di Gattuso: "Al momento è salvo. Ora può aspirare alla qualificazione Champions, specialmente se dovesse prevalere nel recupero con la Juve". Ma nel contempo non risparmia altre stoccate ai bianconeri: "Va detto che la Juve ha perso per un rigore che c'era oppure no, ma la sconfitta è dipesa soprattutto dall'essersi presentata in campo, nel primo tempo, predisposta a giocare di rimessa, nonostante un Napoli con la difesa titolare completamente reinventata".

Non mancano alcune frecciate di Moggi su alcuni uomini simbolo della formazione di Pirlo: "Ha perso perché sia Morata sia Ronaldo andavano troppo spesso a sbattere contro i difensori; perché Bentancur, giocando da play basso, non riusciva a dare il suo imprimatur alle ripartenze; perché Rabiot - continua -, troppo compassato, non velocizzava il giro palla; perché Cuadrado era in difficoltà a controllare Lozano che lo costringeva spesso a difendere". 

Commenti

Dove vedere Masterchef Italia 10: streaming gratis e diretta tv undicesima puntata
Sky, il Tribunale rigetta l'istanza della tv satellitare: niente sconto e decreto ingiuntivo esecutivo