Il Bologna batte 2-0 il Cagliari e ricomincia a correre

Marco Vigarani
10.03.2019 14:26
Il Bologna batte con pieno merito il Cagliari grazie ai gol di Pulgar e Soriano: la corsa per la salvezza si riapre Per il Bologna arriva un altro match point, è il lunch match contro il Cagliari l'ennesima partita da non sbagliare per provare ad inseguire la salvezza. Davanti agli occhi di Lino Saputo, mister Mihajlovic si affida al consueto 4-2-3-1 con Dzemaili di nuovo titolare come partner di Pulgar ed il trio Palacio-Soriano-Sansone alle spalle di Santander mentre Maran conferma Barella in trequarti nel suo 4-3-1-2.Cagliari vivace in avvio ma Bologna che punge per primo costrigendo Cragno alla parata ravvicinata sulla deviazione al volo di Santander su un buon cross di Dijks. La risposta sarda è in un tiro di Joao Pedro al volo che sibila non lontano dalla porta di Skorupski per una formazione ospite che trema di nuovo su un'incursione del Ropero ben anticipato dal portiere avversario in uscita. Nell'occasione però il paraguaiano si infortuna alla spalla e deve lasciare il campo dopo appena 20': al suo posto entra Orsolini e Palacio va a fare il centravanti. Proprio l'argentino trova esegue un perfetto gioco di gambe in area alla mezzora ma guadagna solo un corner ma il vantaggio è nell'aria ed arriva al 34' incredibilmente su calcio di rigore. È Pulgar ad eseguire con freddezza la massima punizione giustamente concessa per un fallo di mano di Bradaric regalando il giusto premio ad un Bologna in crescita. Rossoblù che rischiano subito di annullare tutto con un colpo di testa di Joao Pedro che fa tremare clamorosamente la traversa ma il vantaggio emiliano regge comunque fino all'intervallo.Subito un cambio per il Cagliari in avvio di ripresa con Despodov che rileva Padoin ma è il Bologna a farsi di nuovo vivo per primo con un bel tiro di Palacio deviato dalla difesa sarda in corner. Accenni di nervosismo in campo con un battibecco generato da un fallo su Orsolini ma anche una seconda grande occasione sciupata da Dzemaili con un tiro potente ma fuori misura. Danilo di testa sfiora la traversa e Dzemaili ci riprova da lontano per un Bologna che colleziona occasioni senza chiudere la gara: ecco allora che Joao Pedro esegue unu perfetto colpo di testa e solo una gande parata di Skorupski evita il pareggio sardo. Altrettanto bravo Cragno poco dopo dopo sul tiro di Orsolini che al 20' spreca un'altra enorme chance ed allora Maran si gioca il tutto per tutto: entra anche Thereau al posto di Bradaric. È però il Bologna a tovare il colpo del ko con Soriano bravo ad infilare il pallone in rete ben servito da Sansone dopo aver lasciato sul posto Srna: esplode il Dall'Ara. Palacio potrebbe anche fare tris ma non infierisce, entrano poi Birsa per Joao Pedro, Svanberg per Sansone e Falcinelli per Palacio ma la gara ormai è decisamente segnata in favore dei padroni di casa. Risultato giusto e meritato per un Bologna poco cinico ma capace di costruire occasioni a raffica rischiando soltanto sulle giocate di Joao Pedro: la giornata era favorevole e i rossoblù hanno fatto il proprio dovere. Adesso si può aspettare e sperare che gli altri risultati diano conferma di una lotta salvezza riaperta.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
L’Inter torna a sorridere al Meazza: liquidata la Spal per 2-0