Serie A

Le pagelle di Sampdoria-Bologna: Audero il migliore in campo dei suoi. Quagliarella stecca, ma non è il solo

Nell'8^ giornata di campionato, il Bologna di Sinisa Mihajlovic ribalta la Sampdoria 2-1. Le pagelle dei blucerchiati

Tiziano De Santis
22.11.2020 17:06

Un'azione di gioco in Sampdoria-Bologna 1-2 (Profilo social Sampdoria)

Audero 6,5: al 16' risponde alla grande sul diagonale basso e insidioso di Palacio. Incolpevole su entrambi i gol del Bologna. All'80' è provvidenziale nel chiudere lo specchio a Palacio impedendo all'argentino di realizzare il 3-1.

Bereszynski 6: un mix di corsa e attenzione che funziona alla grande, nei primi 45', sulla fascia destra, specie dal momento che gli avversari, Palacio e Barrow, sono gli attaccanti più pericolosi della squadra rivale. Nel secondo tempo viene risucchiato dagli schemi saltati in aria nel proprio team.

Yoshida 6: i demeriti della Sampdoria, di certo, non sono causati dal difensore con la maglia numero 22.

Colley 5,5: fa quel che può nel cuore di un reparto difensivo in difficoltà sulle corsie laterali. In occasione del 2-1 del Bologna, è in ritardo sul proprio marcatore, contribuendo indirettamente al tracollo dei suoi. m

Regini 4,5: autore di un gol ma nella porta sbagliata. Sfortunato sì nel regalare l'1-1 al Bologna, ma l'assenza di pressione da parte degli avversari al momeno del tocco non può di certo giocare a favore del terzino doriano. Al 52' si dimentica di marcare Orsolini contribuendo al raddoppio rossoblù. Dal 71' Jankto 5,5: subentra al compagno per incidere, ma non riesce a farlo come dovrebbe.

Candreva 6: si sacrifica in fase di copertura tamponando le avanzate di Hickey. Lontanissimo dal miglior Candreva dei bei tempi. Sufficienza raggiunta grazie all'assist disegnato al 7', direttamente da corner, per l'1-0 di Thorsby.

Thorsby 6,5: al 7' porta in vantaggio i suoi rivelandosi un rapace sull'angolo battuto dalla destra da Candreva. Il primo pressing doriano sui portatori di palla del Bologna parte sempre da lui nel corso del primo tempo. Nel secondo, però, la tenacia non basta per tenere in partita i suoi.

Ekdal 5,5: più attento a schermare gli avversari che propositivo in fase di impostazione. Pecca in incisività. Non si ricordano particolari azioni pericolose partite dai suoi piedi. Evanescente.

Silva 5,5: Imposta bene la manovra nei primi 45'. Le luci, tuttavia, calano vistosamente nella ripresa, nel momento più delicato dei suoi. Dal 66' Ramirez 5: chiamato in causa per iniettare tecnica ed esperienza nella manovra offensiva blucerchiata, non imprime come dovrebbe nel match.

Damsgaard 6: nel primo tempo gioca massimo a due tocchi, quando non lo fa è perchè si veste dei panni di regista avanzato nella manovra del gioco dei suoi grazie a giocate di prima e dribbling funambolici. Si spegne, come il resto dei compagni, dal 60' in poi.

Quagliarella 5,5: gioca spesso con le spalle alla porta. Al 15' tenta l'eurogol con un pallonetto dalla distanza che si perde di poco alto sulla traversa. Manca il feeling con i compagni in una giornata no per l'intera rosa schierata in campo da Ranieri.

Ranieri 5: Predica calma nel primo tempo, quando, probabilmente, la Samp avrebbe dovuto cercare con più foga il raddoppio. Espulso all'86' per proteste manifestate al direttore di gara per una presunta perdita di tempo del Bologna nell'effettuare due cambi. Anche i sir, talvolta, steccano.

Commenti

DAZN, ecco come ricevere un mese di visione gratuita
Hellas Verona, Juric: "Abbiamo asfaltato il Sassuolo, siamo stati sfortunati"